Un ottimo inizio di week-end a Monaco per Nico Rosberg e la Williams. Il pilota tedesco ha chiuso al primo posto la seconda sessione di libere, e nonostante abbia ammesso che il tempo è stato realizzato con poco carburante, ha comunque riconosciuto la competitività della Williams sul tracciato monegasco: “Bello, sono davvero contento. Stamattina il circuito era molto probante e sono sicuro che tutti oggi hanno avuto qualche momento di difficoltà, ma è normale qui, devi trovare il limite”.

Modifiche all’assetto hanno permesso a Rosberg di marcare il miglior tempo alla fine della seconda sessione: “All’inizio la macchina non era perfetta ma abbiamo fatto grandi cambiamenti e le cose hanno iniziato a migliorare, e alla fine eravamo molto forti, come speravo. Certamente eravamo più leggeri di altri oggi, ma ho la netta sensazione che qui saremo più veloci del normale, spero di essere fra i primi cinque in qualifica. Ci saranno problemi di graining con le gomme, dopo i long run le coperture posteriori erano completamente distrutte”.

Dopo un week-end disastroso in Spagna, la McLaren sembra avere ritrovato una certa competitività a Monaco. Lewis Hamilton ha concluso al 2° posto, dietro Rosberg, la seconda sessione di prove, limitando a 2 decimi il distacco dalla vetta. Ci sono quindi le speranze per realizzare un buon risultato: “Questo week-end ho una chance concreta di lottare per finire in una posizione avanzata, anche se gli altri sembrano molto forti”, ha detto il Campione del Mondo, “dobbiamo provare e fare il massimo che possiamo, e a poco a poco diventeremo più veloci. Ma dobbiamo vedere che cosa faranno gli altri”. 

Nonostante la mancanza di carico si sia ancora fatta sentire nelle curve veloci, Hamilton ha ammesso che in altri punti la McLaren è sembrata migliore di altre vetture: “Il grip meccanico è abbastanza buono. Ci sono molti dossi qui, è molto difficile girare e ho faticato molto nelle curve veloci, dove ho perso forse due/tre decimi. Ma in altre aree della macchina eravamo migliori di molti altri”. Il pilota inglese riconosce quindi la concreta possibilità di passare al Q3, risultato mancato in Spagna: “Vedendo i tempi di oggi, penso proprio che il Q3 sia possibile qui più di quanto non lo fosse a Barcellona, poi vedremo che succederà. Qui la cosa più importante è essere più vicino possibile alla prima fila, se non in prima fila. Ma battere le Brawn sarà dura”.

Un inizio di week-end decisamente più in salita per Fernando Alonso, che ha chiuso 9° e 11° le due sessioni di prove libere. Lo spagnolo tuttavia rimane ottimista sul prosieguo del GP: “Il giovedì di Monaco è sempre più importante per i piloti che per il team, perché ci dà il tempo di ambientarci con il circuito e sentirci a nostro agio in macchina”, ha commentato Alonso, “abbiamo fatto tanti giri oggi, è stato utile e mi sento a posto con la vettura”. Come sempre a Monaco la qualifica sarà fondamentale per ottenere un buon risultato: “Penso che siamo competitivi, ma la qualifica sarà la chiave della gara. Il lavoro di oggi dovrebbe metterci in una buona posizione per ottenere il massimo sabato”. 

Nelson Piquet, 10° nella classifica dei tempi, è sulla stessa linea del compagno di squadra: “Richiede sempre un po’ di giri adattarsi a correre nelle strette strade di Monaco, ma dopo la sessione del mattino sono tornato in forma. La macchina andava bene oggi e non abbiamo avuto problemi, per cui abbiamo potuto fare tanti giri. La pista era sporca stamattina ed è migliorata nel corso della giornata, come sempre a Monaco, però è stato difficile valutare le gomme e diversi assetti. Ma tutto sommato penso che siamo in una buona posizione per il week-end”.

 

Francesco Saverio Dambrosio


Stop&Go Communcation

Un ottimo inizio di week-end a Monaco per Nico Rosberg e la Williams. Il pilota tedesco ha chiuso al primo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ros.jpg Monaco – Libere: un diverso inizio di week-end per Williams, McLaren e Renault