Protagonista di una gara incolore sul circuito urbano di Valencia, complice una Mercedes che ha accusato problemi all’impianto frenante oltre che nella gestione delle mescole di pneumatici, il sette volte iridato Michael Schumacher ha dichiarato con onestà di non essere al momento in grado di prevedere quale potrà essere il ritmo della MGP W01 nel Gran Premio di Gran Bretagna in agenda a Silverstone il prossimo 11 luglio.

L’appuntamento di Silverstone rappresenta qualcosa di speciale per la Mercedes – ha esordito ‘Kaiser’ Schumi – innanzitutto il circuito si trova a breve distanza dalle factory di Brackley e Brixworth, dove i tecnici stanno continuando a lavorare duramente dopo un inizio di stagione abbastanza difficile. L’intenzione della squadra sarebbe quella di regalare ai ragazzi una buona performance in Inghilterra, anche se nelle ultime uscite abbiamo faticato parecchio. E’ ovvio, non possiamo nasconderci dietro un dito perché a Valencia siamo stati meno competitivi di quanto ci aspettassimo. Vista la situazione, diventa difficile capire a quale livello saremo una volta giunti a Silverstone”.

Secondo quanto riportato dal 41enne ex ferrarista, il tallone d’Achille della compagine diretta da Ross Brawn va primariamente ricercato nel deludente ritmo in qualifica: “In gara sappiamo di essere abbastanza veloci, ma nelle prove del sabato ci manca sempre qualcosa per compiere l’indispensabile salto di qualità. In tutta onestà non abbiamo ancora compreso le problematiche relative al comportamento delle gomme, ed è per questo motivo che ci stiamo impegnando al massimo. Conservo ottimi ricordi di Silverstone, quindi non vedo l’ora di arrivare. Cercheremo di fare del nostro meglio”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Protagonista di una gara incolore sul circuito urbano di Valencia, complice una Mercedes che ha accusato problemi all’impianto frenante oltre […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/michaelg1.jpg Michael Schumacher si dice dubbioso sulla competitività della Mercedes a Silverstone: “Difficile fare previsioni”