Dopo l’esaltante gara in Canada due settimane or sono, nella quale ha sfiorato il podio, in molti si aspettavano un weekend in prima fila da parte di Michael Schumacher. Invece il sette volte Campione del Mondo si è dovuto accontentare di un misero 17° posto, complice il contatto con Vitaly Petrov che lo ha costretto ad un’ulteriore sosta ai box per aver danneggiato l’alettone.

Il tedesco della Mercedes si assume le colpe per l’episodio: “Non una corsa molto soddisfacente per me oggi – ha espresso ai microfoni – L’esito si è deciso dopo il 15° giro quando sono scivolato contro Petrov e ho perso i punti che forse avrei potuto raccogliere. Il nostro passo di gara avrebbe potuto consentirmi di finire più o meno dove ero partito, ma questa è solo una considerazione dopo l’incidente avvenuto”.

Schumi spiega cosa sia successo durante quegli istanti: “Ho visto Petrov proprio all’ultimo, sebbene fossi consapevole che stesse arrivando, ed ho cercato di frenare il più tardi possibile per arrivare alla staccata assieme a lui – ha analizzato successivamente – Ma quando ho provato a sfilare, ho bloccato la ruota anteriore e sono andato contro di lui, il che è stato chiaramente un mio errore”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Dopo l’esaltante gara in Canada due settimane or sono, nella quale ha sfiorato il podio, in molti si aspettavano un […]

Michael Schumacher si assume le colpe per il contatto con Vitaly Petrov