Michael Schumacher è stato certamente la nota stonata in una domenica da ricordare per la Mercedes. Infatti se la Casa di Stoccarda è tornata al successo dopo 57 anni, tuttavia non è esule da colpe per il ritiro del sette volte Campione del Mondo. Subito dopo la prima sosta ai box la disperazione del meccanico ha fatto capire che qualcosa non era andato per il verso giusto nel fissaggio dell’anteriore destra ed in effetti, dopo poche curve, il tedesco è stato costretto a parcheggiare mestamente la sua vettura fuori dal tracciato.

Nonostante l’inconveniente, Schumi è apparso sereno immediatamente nel paddock e assieme al team ha festeggiato una giornata storica: “Prima di tutto, congratulazioni all’intera squadra, alla Mercedes-Benz e sicuramente a Nico (Rosberg, ndr) che ha raggiunto una vittoria perfetta dall’inizio alla fine – ha dichiarato – Ha svolto un gran lavoro oggi e ieri, e sono felice per lui. Per quanto riguarda la mia corsa, la mia gomma anteriore destra si è staccata dopo il primo pit-stop. Dal momento che non volevo causare ulteriori gravi danni, mi sono fermato nell’erba”.

Un peccato perché Michael ha probabilmente perso l’opportunità di riassaporare il podio: “Ho sentito qualcosa di storto immediatamente e specialmente nella Curva 3, quando ho messo pressione sul lato destro della monoposto – ha successivamente espresso – Fino ad allora avevo avuto una corsa controllata direi, tenendo gli altri dietro di me e le gomme a posto. Certamente questa è stata una sfortunata conclusione a quella che sarebbe potuta essere una bella corsa, e mi spiace per i ragazzi, che lavorano sempre duramente e danno il massimo. Ma tutti noi sappiamo che questo è parte del gioco”.


Stop&Go Communcation

Michael Schumacher è stato certamente la nota stonata in una domenica da ricordare per la Mercedes. Infatti se la Casa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-160412-schumacher.jpg Michael Schumacher non accusa il team per il ritiro: “Fa parte del gioco”