La bozza del calendario 2014 comprendente ben 22 Gran Premi ha lasciato scettici molti addetti ai lavori ma non Sam Michael, secondo il quale bisogna solo adattarsi.

Il direttore sportivo della compagine di Woking non si è fatto scoraggiare dall’estensione del Mondiale e ha fatto una proposta per evitare l’affaticamento eccessivo dei meccanici.

“Dobbiamo soltanto adattarci ad un calendario così lungo” ha dichiarato. “Le macchine non si stancano, nemmeno gli aerei o i camion; gli uomini si. E’ questo l’unico ostacolo per cui già stiamo pensando ad un rimedio che consiste nel ripartire i compiti e gli uomini”.

“Quando si affronteranno trasferte doppie o triple basterà portarsi più equipes che faranno a rotazione. In questo modo nessuno dovrebbe accusare eccessivamente la stanchezza e anzi, sarà più facile lavorare sulle monoposto. Chi pensava a questa come la sfida più grande ella F1 si sbagliava” ha concluso.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

La bozza del calendario 2014 comprendente ben 22 Gran Premi ha lasciato scettici molti addetti ai lavori ma non Sam […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/Per_Spa_Mic-1024x682.jpg Michael: “22 gare nel 2014? Questione di adattamento”