Non se ne farà niente: la nuova regola sul regime di safety-car deliberata alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna, secondo cui le vetture avrebbero dovuto tenere un’andatura analoga a quella della vettura di sicurezza mentre il gruppo si sarebbe compattato, è stata infatti abbandonata.

Venerdì pomeriggio, sul finale delle prove libere, la norma è stata testata direttamente in pista, ma per ragioni di sicurezza è stato preferito abortire sul nascere questa modifica, soltanto poche ore prima che scattasse la gara. Una notizia che probabilmente non dispiacerà ai piloti, i quali si erano subito dimostrati poco convinti. “Si va semplicemente troppo lenti. Se non tutti i piloti reagiscono per tempo, c’è il rischio di collisioni e tamponamenti”, ha commentanto ad esempio Pedro de la Rosa.

“Potrebbero verificarsi incidenti come tra Webber e Kovalainen a Valencia”, ha invece sostenuto Robert Kubica, portaoclori della Renault.

L’unica novità mantenuta, quindi, sarà quella di poter spingere al massimo nei 200 metri che precedono l’entrata dei box. Il delegato della FIA, Charlie Whiting, ha inoltre confermato che la safety-car interverrà soltanto quando potrà posizionarsi subito davanti al leader della corsa. “Si determinerà quando la macchina di sicurezza debba entrare sul tracciato, per evitare che nessuno venga svantaggiato dal suo ingresso”.


Stop&Go Communcation

Non se ne farà niente: la nuova regola sul regime di safety-car deliberata alla vigilia del Gran Premio di Gran […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-120710-031.jpg Messa già da parte la nuova regola sulla safety-car: non ha convinto per ragioni di sicurezza