La Mercedes ha deciso di prendere azioni legali contro l’ex dipendente del reparto motori Benjamin Hoyle, accusato di avere dati sensibili e di portarli alla Ferrari.

Secondo quando dichiara Bloomerang, Hoyle sarebbe stato citato a giudizio dalla casa di Stoccarda per possesso di dati riservati relativi alla power unit tedesca e al Gran Premo d’Ungheria di quest’anno, cercando di portarli a Maranello. Da aprile non lavorava più per il reparto Formula 1, essendo stato spostato nel programma DTM, ma questo non gli ha impedito di poter recuperare certe informazioni riservate.

La Mercedes, attraverso un comunicato, ha spiegato che “l’azione legale è in corso coinvolgendo Mercedes AMG High Performance Powertrains Ltd e un dipendente. L’azienda ha preso le misure legali per proteggere la sua proprietà intellettuale”.

La risposta della Rossa non ha tardato ad arrivare e si è dichiarata estranea alla vicenda, aggiungendo che Hoyle non ha un contratto con la Scuderia per i prossimi anni.

Luca Basso


Stop&Go Communcation

La Mercedes ha deciso di prendere azioni legali contro l’ex dipendente del reparto motori Benjamin Hoyle, accusato di avere dati […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/12/f1-mercedes-ferrari-10122015-1.jpg Mercedes vs. Ferrari, trovato ingegnere con dati sensibili