Sotto un cielo nuvoloso, rischiarato soltanto da qualche raggio di sole, a Melbourne è finalmente cominciato il Mondiale di Formula 1. La prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Australia è stata sorprendentemente inaugurata da un incidente: a esserne protagonista Karun Chandhok, che dopo appena un minuto è andato a sbattere con la Lotus alla Curva 3.

Tradito forse dal grip non ancora ideale (nelle ore precedenti era inoltre arrivata la pioggia), come tipico nell’inizio del week-end all’Albert Park, l’indiano ha danneggiato il musetto della sua vettura, stoppando subito il suo turno. Di certo non è stato per lui il miglior esordio come collaudatore della scuderia anglo-malese, e ancor meno contento sarà il nostro Jarno Trulli, effettivo titolare della macchina con cui girerà nel pomeriggio.

Parlando di classifica, al suo ultimo tentativo è balzato in testa l’idolo di casa Mark Webber. L’australiano ha fermato i cronometri sul tempo di 1:26.831, e, approfittando del crescente livello di aderenza, ha scavalcato il compagno Sebastian Vettel di 327 millesimi. La Red Bull riparte quindi come aveva concluso il 2010: davanti a tutti. Le prestazioni sono comunque destinate a calare ulteriormente in maniera significativa, dato che per adesso quasi tutti i team hanno deciso di conservare i treni di pneumatici Pirelli a mescola morbida.

3° posto, seppur più lontano, di Fernando Alonso con la Ferrari. Per Nico Rosberg, 4°, il distacco supera già il secondo. L’alfiere della Mercedes precede Rubens Barrichello sulla Williams e le due McLaren. Jenson Button e Lewis Hamilton hanno complessivamente accumulato il maggior numero di tornate, impegnati a verificare tutte le modifiche introdotte per rendere più competitiva la MP4-26 dopo i problemi patiti durante i test invernali.

Michael Schumacher è invece 8°, seguito da Kamui Kobayashi e Vitaly Petrov, il quale completa la top ten sulla più veloce delle due Renault. Felipe Massa ha terminato 11°, concentrato su collaudi aerodinamici e senza forzare il ritmo nelle fasi conclusive. Il brasiliano è incappato anche in due escursioni nella via di fuga, senza comunque conseguenze degne di nota.

Hanno “testato” l’erba pure lo stesso Webber e il messicano Sergio Perez (17°). Il miglior debuttante si è rivelato per adesso Pastor Maldonado, 15°, mentre la Toro Rosso e la Force India hanno dato spazio alle riserve Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg. Interessante la performance di Ricciardo, di un soffio alle spalle del compagno Buemi.

Nelle retrovie è apparsa molto attardata la Virgin, con Timo Glock ostacolato per giunta da un inconveniente al cambio. Si fa ancora attendere la Hispania, i cui meccanici sono al lavoro da tutta la notte per ultimare l’assemblaggio delle monoposto di Vitantonio Liuzzi e Narain Karthikeyan: nella seconda sessione dovrebbero poter scendere in pista. Almeno si spera…

Classifica

01. Mark Webber – Red Bull Infiniti – 1:26.831
02. Sebastian Vettel – Red Bull Infiniti – +0.327
03. Fernando Alonso – Ferrari – +0.918
04. Nico Rosberg – Mercedes – +1.321
05. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – +1.599
06. Jenson Button – McLaren Mercedes – +1.609
07. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – +1.652
08. Michael Schumacher – Mercedes – +1.859
09. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – +1.894
10. Vitaly Petrov – Renault – +1.934
11. Felipe Massa – Ferrari – +2.011
12. Nick Heidfeld – Renault – +2.097
13. Adrian Sutil – Force India Mercedes – +2.483
14. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – +2.497
15. Pastor Maldonado – Williams Cosworth – +2.572
16. Daniel Ricciardo – Toro Rosso Ferrari – +2.637
17. Sergio Perez – Sauber Ferrari – +2.812
18. Nico Hulkenberg – Force India Mercedes – +4.171
19. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – +5.597
20. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth – +8.451
21. Timo Glock – Virgin Cosworth – +8.458
22. Karun Chandhok – Lotus Renault
23. Narain Karthikeyan – Hispania Cosworth
24. Vitantonio Liuzzi – Hispania Cosworth

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Sotto un cielo nuvoloso, rischiarato soltanto da qualche raggio di sole, a Melbourne è finalmente cominciato il Mondiale di Formula […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-250311-01.jpg Melbourne, Libere 1: Webber fa gli onori di casa al via del Mondiale