Il sabato dell’Albert Park non lascia dubbi sul notevole vantaggio costruito dalla Red Bull nei confronti della concorrenza almeno per quanto concerne la prestazione della vettura sul giro singolo.  

Autore di un ultimo tentativo tutt’altro che esente da imperfezioni, in Australia il tedesco Sebastian Vettel non ha comunque mancato l’appuntamento con la seconda pole position stagionale dopo quella conquistata in Bahrain due settimane fa, manifestando però l’intenzione di concludere il week-end sul gradino più alto del podio: “Adesso abbiamo una vaga idea di ciò che accadrà domani. Il circuito di Melbourne è ricco di asperità e non sarà una passeggiata mantenere il controllo della monoposto nei vari frangenti di gara. Per me e la squadra questo è un grande risultato, ed è stato divertente ottenere la pole position davanti ai tifosi di Mark Webber visto che l’anno scorso lui aveva dominato a casa mia, in Germania. In Q3 temevo potesse piovere, in ogni caso sono convinto che la Red Bull ha compiuto un ulteriore passo avanti nella gestione della vettura in qualifica. Ho perso qualcosa all’ultima curva del mio giro buono, ma è positivo partire dalla pole”. 

Soddisfatto Webber, che si è classificato al secondo posto andando molto vicino all’impresa di conquistare una clamorosa partenza al palo di fronte al pubblico di casa: “E’ andata molto bene oggi. Naturalmente avrei preferito trovarmi in pole position, ciononostante la lotta sul filo dei decimi di secondo con Sebastian ha prodotto il risultato sperato. Domani affronteremo una gara lunga e impegnativa, inoltre sarà interessante vedere se gli eventuali ingressi della safety car riusciranno a rimescolare le carte. E’ fantastico avere la consapevolezza di essere stati competitivi per tutto il fine settimana, quindi abbiamo un’ottima base su cui lavorare”.   

Ad infastidire il duo Red Bull ci ha provato il ferrarista Fernando Alonso, terzo alla chiusura delle ostilità: “Le qualifiche sono andate bene. Vettel e Webber si sono rivelati imprendibili, ma noi sappiamo di poter contare su un buon passo di gara. Domani punto sicuramente a salire sul podio, restando ovviamente lontano dai guai. La vittoria non è l’unico risultato possibile, il segreto consiste nel terminare costantemente tra i primi dieci. A Melbourne può accadere di tutto, e noi dobbiamo farci trovare pronti a cogliere ogni occasione”.  

Un po’ amareggiato Felipe Massa, che ha artigliato non senza fatica la quinta piazza finale influenzato dai problemi riscontrati nel mandare in temperatura gli pneumatici: “Onestamente non posso essere contento del risultato. Oggi le temperature erano più basse di ieri e le gomme non ne volevano sapere di raggiungere la temperatura ottimale. Ho sofferto per la mancanza di aderenza, pertanto mi auguro che domani sia più caldo. Il quinto posto non è il massimo per puntare al successo, ma l’obiettivo del team è sempre quello di fare più punti possibili. La gara sarà complicata per tutti”. 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Il sabato dell’Albert Park non lascia dubbi sul notevole vantaggio costruito dalla Red Bull nei confronti della concorrenza almeno per […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mass.jpg Melbourne, Day 2: Red Bull imbattibili sul giro singolo, Alonso regala il 3° posto alla Ferrari mentre Massa fatica con le gomme