Grande rammarico in casa Red Bull per l’esito del Gran Premio d’Australia. Nonostante la RB5 si sia dimostrata veloce per tutto il fine settimana, la squadra austriaca non è riuscita a concretizzare le buone prestazioni in punti. Superata la paura per l’affidabilità della vettura, ancora incerta dopo i guasti verificatisi il venerdì, Sebastien Vettel si è lanciato nel disperato inseguimento della Brawn di Jenson Button, mostrandosi molto più veloce delle vetture immediatamente dietro. Dopo aver dominato BMW, Williams e Ferrari per tutta la distanza della gara, il vincitore dell’ultima edizione del Gran Premio d’Italia ha subito l’arrembante rimonta di Robert Kubica, il quale a pochi giri dalla fine ha sferrato l’attacco decisivo, conclusosi in un rovinoso contatto. Gara anonima invece per Mark Webber, scattato dall’8° posizione, pesantemente condizionato dall’incidente avvenuto nella prima curva allo start, di cui è stato sfortunatamente protagonista.

“Oggi è stata una gara molto frustrante, non ho fatto altro che guidare da solo per tutta la distanza con una vettura pesantemente danneggiata dal contatto che ho avuto con Barrichello nel primo giro. E’ stato davvero un peccato considerando l’ottima partenza e la competitività della nostra monoposto oggi. Sono felice che correremo a Sepang tra soli 5 giorni” – ha commentato il pilota australiano, giunto 13° al traguardo.

Frustrazione per Vettel: “Ero secondo, in un’ottima posizione, ma a due giri dalla fine ho avuto uno stupido incidente con Robert (Kubica). In ingresso di curva ero davanti, ma lui è uscito più veloce e mi ha preceduto. Ho resistito e col cambio di direzione siamo arrivati al contatto. Forse avrei fatto meglio a lasciarlo andare e conservare una buona 3° posizione, ma ho voluto combattere. Così è la vita. Mi dispiace sia per il team che per Robert. Comunque stiamo facendo un ottimo lavoro, oggi eravamo davvero competitivi, questo è un motivo per sorridere”.

Sguardo al futuro per il team principal Christian Horner: “Un finale di gara disastroso. Davvero un peccato vista la prestazione eccellente di Sebastien. Ad un certo punto siamo stati in grado anche di impensierire la Brawn, dopo il primo pit stop. Davvero un bel dispiacere considerando l’ottimo lavoro svolto qui ed a Milton Keynes. Comunque dobbiamo essere contenti e guardare al futuro, la monoposto è stata tra le più veloci e siamo pronti a dare battaglia in quel di Sepang la prossima settimana”.

Stesso parere per Fabrice Lom, capo tecnico Renault: “Che rammarico! Eravamo così veloci! Webber ha perso la gara nella prima curva, ma Vettel oggi è stato davvero immenso. Purtroppo ha dovuto utilizzare le gomme soft nell’ultimo stint, perciò ha subito la rimonta di Kubica. Ora siamo dispiaciuti ma siamo pronti per il resto della stagione”.

La brutta giornata di Vettel non è conclusa con il ritiro, visto che poco dopo la bandiera a scacchi la FIA ha emesso un comunicato in cui ha dichiarato l’avvenuta penalizzazione del pilota tedesco in seguito al contatto con Kubica, di cui è stato ritenuto colpevole: a Sepang verrà declassificato di dieci posizioni in griglia.

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Grande rammarico in casa Red Bull per l’esito del Gran Premio d’Australia. Nonostante la RB5 si sia dimostrata veloce per […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/GEPA_full_1922_GEPA-29030999001.jpg Melbourne – Report Red Bull: Week-end al top, ma zero punti a casa