A due settimane dal terribile incidente di Maria de Villota all’aeroporto di Duxford, in un test aerodinamico, il team Marussia ha comunicato l’esisto dell’indagine effettuata per determinare le cause dell’accaduto.

La scuderia ha tenuto a sottolineare che “non ci sono stati problemi legati alla macchina”, e il telaio utilizzato potrà essere utilizzato nei prossimi Gran Premi.

“Abbiamo concluso il nostro lavoro di investigazione e possiamo tornare a concentrarci sulla cosa più importante, che rimane la salute di Maria”, ha dichiarato il responsabile della squadra John Booth. “In tal senso, continuiamo a supportare Maria e la famiglia De Villota in tutti i modi possibili”.

I dati raccolti nella ricerca sono stati condivisi con l’Health & Safety Executive, agenzia indipendente del Regno Unito che opera nel campo degli incidenti professionali. Per ottenere ulteriori riscontri, la Marussia ha commissionato inoltre un’indagine esterna avvenuta in maniera autonoma da quella interna al team.

Infine, la compagine anglo-russa ha rimarcato che il Duxford Airfield è una location approvata dalla FIA per questo tipo di collaudi in linea retta, che risponde alle esigenze richieste per la Formula 1; non a caso, la scorsa settimana, è stato nuovamente sfruttato dalla Force India con l’americano Conor Daly.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

A due settimane dal terribile incidente di Maria de Villota all’aeroporto di Duxford, in un test aerodinamico, il team Marussia […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-160712-02.jpg Marussia: esclusi problemi tecnici nell’incidente di Maria de Villota