La McLaren, dopo un inizio stentato a causa di test invernali che non avevano dato i risultati sperati, ha in realtà condotto una stagione tutto sommato positivo alle spalle della corazzata Red Bull, andando a conquistare 6 vittorie ed ottenendo il 2° posto nel Mondiale Costruttori ed in quello Piloti con Jenson Button, pilota definitivamente giunto nel pieno della sua maturità.

Ora Martin Whitmarsh, Team Principal della scuderia, spera che la nuova MP4-27 sia da subito performante: “Prima che i test comincino, non sai mai quanto forte stia andando la tua macchina in relazione alle principali rivali – ha rivelato ai media – E sono ben consapevole che Red Bull, Ferrari e Mercedes, così come gli altri team, stanno lavorando altrettanto duramente come noi sulle vetture del 2012. Ma, tenendo in considerazione le variabili impreviste, quel che posso dire con certezza è che la MP4-27 è la logica evoluzione della MP4-26, adattata alle nuove regolazioni tecniche, e da ciò possiamo comprendere che il suo sviluppo sta andando nella giusta direzione”.

Sicuramente Lewis Hamilton sarà al centro dell’attenzione dopo un 2011 difficile, ma Whitmarsh lo difende: “Lewis ha vinto tre Gran Premi nel 2011, uno dei tre piloti ad aver vinto più di una gara – ha messo successivamente in luce – Gli altri due sono stati Sebastian (Vettel, ndr) e Jenson. Ancora, come la maggior parte delle scuderie non ha mai vinto e mai vincerà sei GP in un’annata, caso della McLaren lo scorso anno, è egualmente vero dire che la maggior parte non ha mai vinto e mai vincerà tre Gran Premi in una sola stagione, come è successo a Lewis nel 2011”.

A Whitmarsh non è stata negata nemmeno un pensiero obbligatorio nei confronti di Kimi Raikkonen: “Sono felice che abbia fatto ritorno in Formula 1 – ha spiegato sull’argomento – È un pilota molto popolare e penso che la Formula 1 sarà migliore con il suo ritorno. Non meno di sei Campioni del Mondo saranno in competizione fra loro in questa stagione, fatto mai accaduto, ed ognuno di loro, compreso Kimi, ma è solamente un fantastico pilota ma pure un personaggio di colore con un robusto seguito di fan ed un fascino unico al Mondo. Se la Lotus sarà veloce, Kimi lo sarà altrettanto; è così semplice a mio avviso”.

Infine il discorso è virato sulla FOTA, della quale Whitmarsh è il Presidente, e sui dissidenti, compresi Ferrari e Red Bull: “La FOTA ha raggiunto un grande accordo nella sua breve storia, e ne sta ottenendo un altro adesso – ha concluso l’intervista – Non sarebbe mai venuta in vita senza il supporto convinto sia della Red Bull sia della Ferrari nei suoi primi giorni, ed infatti il Presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo ne è stato il suo primo Presidente. Inoltre le relazioni fra Ferrari, McLaren e Red Bull rimangono ancora molto buone”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La McLaren, dopo un inizio stentato a causa di test invernali che non avevano dato i risultati sperati, ha in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/f1-280112-whitmarsh.jpg Martin Whitmarsh rivela: “La nuova vettura è un’evoluzione del 2011”