Se l’anno scorso Mark Webber aveva dovuto ingoiare un boccone amaro vedendo la Ferrari di Fernando Alonso vincere a Silverstone quando lui era partito dalla pole, quest’anno i ruoli si sono decisamente capovolti. L’australiano è riuscito a ribaltare il risultato delle qualifiche andando a superare lo spagnolo della Rossa proprio nelle ultime tornate della corsa, grazie alle gomme dure in generale più performanti rispetto alle morbide.

Webber sembra tornato quello del 2010 e vuole candidarsi come maggiore rivale per Alonso nella corsa al Titolo: “Ci vuole un po’ di tempo per capire questa corsa – ha ammesso nel paddock – Penso che siano state le circostanze della gara: per la maggior parte ero sulla via del 2° posto. Fernando non era del tutto fuori portata e dopo l’ultimo stop il mio ingegnere Ciaron mi ha detto alla radio che Fernando non stava facendo granché con le gomme morbide. Tuttavia so che Fernando è una vecchia volpe, sapevo che stava gestendo gli pneumatici e che stava solo aspettando di attaccare la spina e spingere un po’ di più”.

Mark ha poi proseguito nel suo racconto e ad un certo punto ha capito di potercela fare: “Quando sono rientrato nei 2 secondi ho pensato che lui fosse un poco in difficoltà ed è stato così – ha messo in evidenza al termine – Siamo stati completamente in gioco quando il DRS è stato disponibile, ho fatto il sorpasso quando ero attaccato e il nostro duro lavoro è stato ripagato dalla vittoria. Oggi è stato un Gran Premio entusiasmante; gli spettatori hanno potuto vedere una bella gara e sono felice per loro”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Se l’anno scorso Mark Webber aveva dovuto ingoiare un boccone amaro vedendo la Ferrari di Fernando Alonso vincere a Silverstone […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-080712-mark.jpg Mark Webber vince e si avvicina ad Alonso: “Il nostro duro lavoro è stato ripagato”