Mark Webber ha provato a ottenere la pole position sotto l’acqua così come era accaduto 12 mesi fa. L’australiano invece si è dovuto accontentare della piazza d’onore dopo che la pole gli è stata soffiata da parte di Fernando Alonso per pochi millesimi. Tuttavia l’alfiere della Red Bull è stato l’unico a insidiare effettivamente lo spagnolo e, con queste condizioni, domani potrebbe rivelarsi un serio pretendente alla vittoria.

Webber punta sull’esperienza per poter conseguire un bel risultato: “Ho corso qui nel ’95 per la prima volta quindi ho girato su questa pista varie volte – ha raccontato ai media – È stata una dura sessione con condizioni proprio miste. Le vetture sono difficili da gestire in situazioni come queste. In ogni sessione siamo usciti fuori nei momenti in cui stava cambiando il tracciato di 5-6 secondi; c’era molta acqua stagnante e molto aquaplaning”.

A questo punto Mark spera di confermare quanto fatto anche durante il GP: “Sono stato felice di essere competitivo quando contava – ha aggiunto a riguardo – Devi mettere tutto in ordine per la Q3. Alonso ha messo insieme un giro che è stato migliore per un soffio rispetto al mio, ma non voglio stare qui a recriminare sul mio giro. Sono contento di quel che ho messo sul tavolo e la prima fila è stato quel che ho meritato”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Mark Webber ha provato a ottenere la pole position sotto l’acqua così come era accaduto 12 mesi fa. L’australiano invece […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-080712-webber.jpg Mark Webber scatta dalla prima fila: “Il risultato rappresenta quanto meritavo”