Mark Webber, al volante della Red Bull, è stato il più veloce di tutti nella prima giornata di test della settimana sul circuito di Barcellona.

Il driver australiano nel finale ha approfittato del tracciato che si stava asciugando, dopo la pioggia caduta in mattinata, per montare le gomme slick e staccare un tempo decisamente inferiore a quello degli avversari.

Non è stata soltanto la pista bagnata, in ogni caso, a rendere ostico il compito dei piloti: “Devo ammettere che è stata dura. Alla prima curva c’era parecchio vento, e negli altri settori l’asfalto era abbastanza sporco. In effetti l’intensità del vento non era enorme, ma sufficiente per mettere in difficoltà vista la scarsa aderenza”, ha raccontato Webber.

“Abbiamo avuto soltanto un’ora in condizioni più stabili”, ha aggiunto. “Abbiamo deciso di montare un paio di set di pneumatici per vedere come sarebbe andata, i risultati sono stati positivi. Ci resta parecchio da lavorare, ma era il massimo possibile con così poco tempo disponibile sull’asciutto”.


Stop&Go Communcation

Mark Webber, al volante della Red Bull, è stato il più veloce di tutti nella prima giornata di test della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/f1-010313-03.jpg Mark Webber racconta le condizioni in pista di ieri: “È stata dura”