Attraverso il suo sito Mark Webber ha reso noto che l’infortunio alla spalla, procurato da una caduta in bicicletta a ridosso del Gran Premio di Suzuka, non ha avuto alcuna conseguenza sulla performance nelle ultime gare. Qualche giorno fa il pilota ha rivelato la notizia dell’incidente in un libro pubblicato in Australia, che Chris Horner pare aver preso non benissimo. La risposta dell’australiano ha escluso ogni dubbio anche sulla sua assenza ai test Pirelli effettuati ad Abu Dhabi subito dopo l’ultimo appuntamento iridato.

“Ero certo che la condizione della mia spalla non avrebbe influito negativamente sul rendimento” – ha dichiarato Webber – “è per questo motivo che ho ritenuto opportuno non informare la squadra dell’accaduto. Se avessi corso dei rischi o se avessi avuto la sensazione di non poter guidare al limite avrei detto tutto al team, ma non ce n’è stato bisogno. Sono riuscito a scendere in pista senza alcun problema”.

Il driver della Red Bull, in testa fino al GP del Giappone e terzo alla fine del mondiale, ha chiarito anche la questione sull’iniezione di antidolorifici prima dello start a Suzuka. Sarebbe stata fatta in via del tutto precauzionale per affrontare al meglio le qualifiche e la gara eccezionalmente disputatesi nella stessa giornata.

“Non ero abituato, come tutti gli altri piloti, ad effettuare gara e qualifiche nel giro di poche ore” – ha infatti detto Mark – “per cui ho preferito affidarmi alle cure di un medico, ma solo per precauzione. Qualcuno, dopo la pubblicazione del libro, ha anche affermato che la mia assenza ai test Pirelli sia stata dovuta all’infortunio, ma non è così. La mia partecipazione ai test non è mai stata in programma”.

Mark Webber ha infine chiuso con una precisazione sullo scopo del suo libro: “Ho scritto questo libro solo per fornire ai miei connazionali una visione più completa di uno sport che è impossibile seguire completamente dall’esterno. L’incidente faceva parte della mia stagione e quindi ne ho parlato, tutto qua!”.

Andrea Carrato


Stop&Go Communcation

Attraverso il suo sito Mark Webber ha reso noto che l’infortunio alla spalla, procurato da una caduta in bicicletta a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Mark_08_12.jpg Mark Webber precisa che l’infortunio alla spalla non ha inciso sul rendimento: “Non mi ha creato alcun problema alla guida”