La classifica della seconda sessione di prove libere, a Singapore così come in ogni altro appuntamento del mondiale, è il calco della prova di qualifica fatta da team e piloti nella fase centrale dei novanta minuti di prove con la mescola di gomme migliore: non sorprende, quindi, che Lewis Hamilton e la Mercedes siano in cima alla tabella dei tempi.

Sorprende un po’ di più, ma di certo non deve illudere, che subito dopo l’inglese ci sia la Ferrari di Fernando Alonso: così come in mattinata, il ferrarista ha trovato un buon ritmo sulla gomma più morbida nonostante abbia sprecato il suo primo tentativo per un errore nel terzo settore. Ma nella ipotetica prima fila pesa molto l’assenza di Nico Rosberg, che al termine della serata è solo tredicesimo: il tedesco, però, ha visto svanire il suo unico tentativo da qualifica quando contemporaneamente al suo giro lanciato è stata esposta la bandiera rossa per un banale incidente di Pastor Maldonado.

Il tedesco si è poi dedicato solo al rimo gara, facendo vedere cose interessanti così come il compagno di squadra: la Ferrari si è ancora distinta per delle prestazioni in linea con i primi, con Raikkonen che ha chiuso al quarto posto tra Ricciardo e Vettel.
Il quattro volte campione del mondo non ha effettuato alcuna prova di long run, essendo costretto al box per gran parte della sessione a causa del guasto al motore del primo pomeriggio: per lui solo cinque giri su gomma supersoft, utili a trovare un primo limite da Q3 che gli varrebbe la terza fila davanti alle McLaren di Magnussen e Button e alle Force India di Perez ed Hulkenberg.

Si conferma a cavallo della Top 10 anche la Toro Rosso, con Kvyat e Vergne, mentre la Lotus sopravvive all’incidente di Maldonado piazzando Grosjean dodicesimo, proprio davanti a Rosberg.

Più in ritardo la solita Sauber, in quella che è la peggiore stagione di sempre per il team svizzero, che precede solo la Williams con Massa e Bottas che come di consueto scelgono strategie conservative per il primo giorno di attività in pista.

Il team marchiato Martini Racing è davanti solo ai quattro piloti dei piccoli team, con Bianchi e Chilton (quest’ultimo fermo con un problema al turbo della sua Power Unit) che sembrano per ora in netto vantaggio sui colleghi della Caterham.

Da segnalare che i piloti dal primo al settimo posto hanno tutti abbassato quello che è l’attuale record sul giro in gara, segnato da Sebastian Vettel il 22 Settembre dello scorso anno sul crono di 1’48″574. Vedremo se le condizioni della domenica sera permetteranno alle vetture della nuova generazione di infrangere per la prima volta nella loro giovane storia il record sul giro in un circuito di Formula 1.

Marina Bay, Prove Libere 2 – Classifica:
1. Lewis Hamilton – Mercedes – 1:47.490
2. Fernando Alonso – Ferrari – 1:47.623 – +0.133
3. Daniel Ricciardo – Red Bull-Renault – 1:47.790 – +0.300
4. Kimi Raikkonen – Ferrari – 1:48.031 – +0.541
5. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1:48.041 – +0.551
6. Kevin Magnussen – McLaren-Mercedes – 1:48.358 – +0.868
7. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1:48.435 – +0.945
8. Sergio Perez – Force India-Mercedes – 1:48.653 – +1.163
9. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1:48.751 – +1.261
10. Daniil Kvyat – Toro Rosso-Renault – 1:48.770 – +1.280
11. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Renault – 1:48.800 – +1.310
12. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1:49.062 – +1.572
13. Nico Rosberg – Mercedes – 1:49.075 – +1.585
14. Pastor Maldonado Lotus-Renault – 1:49.139 – +1.649
15. Adrian Sutil – Sauber-Ferrari – 1:49.170 – +1.680
16. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari – 1:49.290 – +1.800
17. Felipe Massa Williams-Mercedes – 1:49.361 – +1.871
18. Valtteri Botta – Williams-Mercedes – 1:49.971 – +2.481
19. Jules Bianchi – Marussia-Ferrari – 1:50.612 – +3.122
20. Max Chilton – Marussia-Ferrari – 1:51.558 – +4.068
21. Kamui Kobayashi – Caterham-Renault – 1:52.075 – +4.585
22. Marcus Ericsson – Caterham-Renault – 1:52.936 – +5.446

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Hamilton precede Alonso nelle prove di qualifica a Singapore: con i tempi sul giro della mescola più morbida le F1 turbo potrebbero segnare un nuovo record.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/sin_2014_lib2_ham.jpg Marina Bay, Libere 2: Hamilton precede Alonso nelle prove di qualifica