Sono solo quattro i decimi di distacco che separano il vincitore Nico Rosberg da Daniel Ricciardo, in netta rimonta nei giri finali di gara ma relegato al 2° posto.

Una grande gioia quella provata dal pilota tedesco, dopo un finale difficile e la conquista della leadership del campionato, oltre alla vittoria nel Gran Premio di Singapore. Delusione per l’australiano della Red Bull, che ha davvero spremuto al massimo la sua vettura fino al traguardo, nel tentativo di sopravanzare il pilota della Mercedes.

Non ha molto da festeggiare Lewis Hamilton, 3° e in ombra per tutto il week-end, che lo ha visto in difficoltà col set-up. L’inglese perde così la testa del Mondiale, a vantaggio del compagno di squadra. Sfiora il podio Kimi Raikkonen, arrivato a pochi secondi dal campione del mondo.

Gran rimonta per Sebastian Vettel, partito dall’ultima posizione per un problema alla barra antirollio nelle qualifiche di ieri e arrivato 5°, dopo una rimonta difficile su un tracciato che non facilita i sorpassi.

Solo 6° Max Verstappen (Red Bull), autore di uno scatto alla partenza non certamente dei migliori, che ha innescato il contatto fra Nico Hulkenberg (Force India) e Carlos Sainz (Toro Rosso), con il primo che ha sfiorato l’olandese e terminando poi la sua corsa a muro. Immediato l’intervento della SC, rientrata poi dopo pochi giri.

Fernando Alonso (McLaren) conquista la settima posizione, seguito da Sergio Perez (Force India) – penalizzato di otto posizioni dopo le qualifiche di ieri -, Daniil Kvyat (Toro Rosso) e Kevin Magnussen (Palmer).

Un problema al brake by wire ha costretto Romain Grosjean a non prendere parte alla corsa, vedendo così la sola Haas di Esteban Gutierrez in pista. Ritirati Jenson Button (McLaren) e Valtteri Bottas (Williams).

Appuntamento per il fine settimana del 2 ottobre, con il Circus che si sposta a Sepang per il Gran Premio della Malesia.

Marina Bay, Gara – Classifica finale (dopo 61 giri)

1) Nico Rosberg (Mercedes) in 1:55’48”950
2) Daniel Ricciardo (Red Bull-TAG Heuer) a +0”488
3) Lewis Hamilton (Mercedes) a +8”038
4) Kimi Raikkonen (Ferrari) +10”219
5) Sebastian Vettel (Ferrari) +27”694
6) Max Verstappen (Red Bull-TAG Heuer) a +1’11”197
7) Fernando Alonso (McLaren-Honda) a +1’29”198
8) Sergio Perez (Force India-Mercedes) a +1’51”062
9) Daniil Kvyat (Toro Rosso-Ferrari) a +1’51”557
10) Kevin Magnussen (Renault) a +1’59”952
11) Esteban Gutierrez (Haas-Ferrari) a +1 giro
12) Felipe Massa (Williams-Mercedes) a +1 giro
13) Felipe Nasr (Sauber-Ferrari) a +1 giro
14) Carlos Sainz (Toro Rosso-Ferrari) a +1 giro
15) Jolyon Palmer (Renault) a +1 giro
16) Pascal Wehrlein (Manor-Mercedes) a +1 giro
17) Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) a +1 giro
18) Esteban Ocon (Manor-Mercedes) a +2 giri

Ritirati
Jenson Button (McLaren-Honda), problema tecnico
Valtteri Bottas (Williams-Mercedes), problema tecnico
Nico Hulkenberg (Force India-Mercedes), incidente
Romain Grosjean (Haas-Ferrari), problema tecnico (NP)

Photo credit: Mercedes AMG F1

Luca Basso


Stop&Go Communcation

Sono solo quattro i decimi di distacco che separano il vincitore Nico Rosberg da Daniel Ricciardo, in netta rimonta nei […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/f1-rosberg-mercedes-18092016-1-1024x682.jpg Marina Bay, Gara: finale da cardiopalma, Rosberg d’un soffio su Ricciardo