14 agosto 1988: per molti questa data significherà poco o niente, ma nel mondo della Formula 1 ha un significato particolare. Infatti alla vigilia di Ferragosto di quell’anno se ne andò Enzo Ferrari, mitico fondatore della scuderia di Maranello. Pilota automobilistico e poi imprenditore di successo, il Drake ha lasciato un marchio indelebile verso uno sport al quale ha dato tanto ma ha pure ricevuto indietro molto.

Il pensiero dell’attuale Presidente della Rossa, Luca Cordero di Montezemolo, non può essere che rivolto a lui: “L’esempio del Fondatore è sempre attuale e in una ricorrenza triste come questa è importante rinnovarne la memoria, soprattutto per i più giovani – ha detto al sito ufficiale della Ferrari – È stato un uomo che seppe guardare al futuro anche in momenti in cui il nostro Paese versava in una crisi drammatica, perseguendo con incredibile determinazione il suo obiettivo”.

Dunque il Drake ha rappresentato un modello assolutamente positivo: “Realizzò il suo sogno che oggi rappresenta una realtà sportiva ed industriale ammirata ed invidiata in tutto il mondo – ha proseguito Montezemolo – Sono certo che, da lassù, sia felice di vedere come la Ferrari continui a produrre automobili sempre più innovative e che sia sempre ai vertici nelle competizioni sportive, facendo sognare milioni di appassionati del Marchio sparsi in tutto il mondo”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

14 agosto 1988: per molti questa data significherà poco o niente, ma nel mondo della Formula 1 ha un significato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-140811-ferrari.jpg Luca Cordero di Montezemolo ricorda Enzo Ferrari, morto il 14 agosto 1988