Cho Chung Yung, organizzatore del Grand Prix di Corea, premiato la scorsa settimana al Gala della FIA per gli sforzi che hanno permesso di ultimare il circuito di Yeongam giusto in tempo per l’evento, si è detto sicuro sul futuro del tracciato coreano.

Chung ha affermato di essere molto contento per come sono andate le cose, dopo aver temuto non poco per il ritardo che accusavano i lavori a poche settimane dalla data del GP.

“E’ stata davvero molto dura quest’anno” – ha dichiarato Chung ad Autosport – “non ho mai pensato alla prospettiva di ritardare la gara, ma le settimane immediatamente precedenti all’inizio dell’evento sono state davvero terribili. Anche i media internazionali non ci hanno aiutato, dando più volte per certo il rinvio. Ci sono stati anche problemi di marketing con le persone che volevano annullare i biglietti, ma l’anno prossimo avremo un’organizzazione impeccabile”.

Il coreano ha anche detto che il feedback del governo dopo la gara è stato estremamente positivo e che sono già stati realizzati ingenti investimenti per il futuro.

“All’inizio il governo non si era reso conto di quanto potesse essere importante la Formula 1 per una nazione” – ha aggiunto – “ma poi lo hanno capito mostrandoci appoggio subito dopo la gara e approvando un supporto importante per il prossimo anno”.

Chung si è pronunciato infine sui miglioramenti e sulle necessarie modifiche da apportare all’impianto: “Intendiamo completare il resto delle infrastrutture, tra cui le tribune e tutto l’ambiente circostante che sarà arricchito da più alberi e più erba. Stiamo cercando di fare un’altra strada per il traffico sia per quanto riguarda l’entrata che l’uscita. Sono programmati poi la costruzione di due nuovi hotel e le modifiche della curva 17 e della pit-lane. Tutto andrà decisamente meglio”.

Andrea Carrato


Stop&Go Communcation

Cho Chung Yung, organizzatore del Grand Prix di Corea, premiato la scorsa settimana al Gala della FIA per gli sforzi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Korea.jpg L’organizzatore del Gran Premio di Corea è fiducioso per il futuro: “Abbiamo fatto molti investimenti”