A pochi giorni dalle prime prove libere in Bahrain, a tenere banco è il caso relativo all'alettone posteriore della McLaren, dopo la polemica sollevata da Christian Horner, direttore sportivo della Red Bull.

Come noto, la MP4-25 ha implementato una soluzione decisamente innovativa: l'afflusso d'aria attraverso una piccola presa d'aria di fronte all'abitacolo sarebbe incanalata (attraverso un condotto passate nella parte sinistra dell'abitacolo) sino alla pinna del cofano motore, la quale, toccando il flap dell'ala, inciderebbe sulla sua inclinazione consentendo un aumento stimato della velocità di punta di circa 6 chilometri orari, sulla base di quanto visto negli ultimi test collettivi a Barcellona.

Secondo il magazine Auto Motor und Sport, i piloti Lewis Hamilton e Jenson Button potrebbero addirittura agire sulla quantità di aria in ingresso, e quindi variando l'intensità di questo effetto.

Per verificare la legalità della soluzione, la stessa scuderia di Woking la scorsa settimana aveva invitato il delegato tecnico della FIA, Charlie Whiting, a ispezionare la vettura. Il meeting è stato tuttavia posticipato, a causa di un ritardo di Whiting nel suo rientro dal Brasile. Di conseguenza, il controllo potrà avvenire soltanto a Sakhir, nell'immediata vigilia del primo Gran Premio stagionale.

Il managing director della squadra britannica, Jonathan Neale, ha oggi rivelato che, per fronteggiare ogni evenienza, la McLaren porterà in pista anche una configurazione di scocca priva della novità. "Non si sa mai cosa possono decidere gli stewards… Nell'interesse della trasparenza abbiamo ricevuto il miglior consiglio possibile dalla FIA, ma se poi venisse determinato un esito diverso, noi dobbiamo comunque correre".

Neal ha in ogni caso sottolineato di essere fiducioso nel definitivo nulla-osta della Federazione.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

A pochi giorni dalle prime prove libere in Bahrain, a tenere banco è il caso relativo all'alettone posteriore della McLaren, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-090310-02.jpg L’ispezione della FIA sull’ala posteriore McLaren avverà solo in Bahrain. Intanto il team prepara una scocca di riserva