Le prime due sessioni di prove libere non hanno deluso le aspettative della Brawn GP: infatti, nonostante molte altre squadre abbiano portato grandi aggiornamenti alle proprie vetture per il GP spagnolo, la scuderia inglese si è di nuovo confermata come uno dei team da battere, ottenendo il miglior tempo con Button nelle Libere 1, e il quarto tempo con Barrichello nelle Libere 2, a soli due decimi dalla vetta. Il team capitanato da Ross Brawn ha quindi ottenuto ottimi tempi, soprattutto considerando che l’obbiettivo odierno era di raccogliere dati sul nuovo pacchetto aerodinamico, senza spingere troppo la vettura.

Ha un po’ tentennato il pilota brasiliano nella prima sessione di prove libere, nella quale ha accusato un ritardo di circa un secondo dal suo compagno di squadra; più costante invece l’inglese, il quale nella seconda sessione di libere ha ottenuto il sesto miglior tempo, a circa cinque decimi dalla vetta.

Jenson Button: “Il bilanciamento della mia vettura non è stato il massimo oggi con i nuovi aggiornamenti aerodinamici apportati sulla macchina. Abbiamo un po’ sofferto per la mancanza di grip, il che è stato un po’ frustrante, ma crediamo di aver individuato il motivo di ciò. La cosa buona è che Rubens ha raccolto molti dati oggi, quindi potremo esaminarli nella notte per trarne vantaggio domani.”

Rubens Barrichello: “Abbiamo avuto una buona giornata di prove, e ci siamo concentrati soprattutto nel valutare il nuovo pacchetto aerodinamico di cui disponiamo per questa gara. Questa mattina ho corso con l’attuale pacchetto, per accumulare dati prima di montare gli aggiornamenti. La mia prima sensazione è positiva, sento bene la macchina, ben bilanciata. Abbiamo seguito un programma conservativo che ci ha fornito dati importanti su cui lavorare questa notte.”

Mauro Barontini


Stop&Go Communcation

Le prime due sessioni di prove libere non hanno deluso le aspettative della Brawn GP: infatti, nonostante molte altre squadre […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/btrran.jpg Libere Spagna – Brawn GP: ancora tra le migliori nonostante gli aggiornamenti della concorrenza