L’HRT ha comunicato nella giornata di ieri che Dani Clos prenderà nuovamente il posto di Narain Karthikeyan durante le prime prove libere all’Hungaroring, cosa già accaduta in più occasioni, non ultima quattro giorni fa in Germania. Che queste continue prove siano il preludio a un qualche cambiamento non ne abbiamo la certezza, sta di fatto che il team spagnolo prova sempre in vari modi a risalire dai bassi fondi.

Dall’alto della sua esperienza, Pedro de la Rosa parla del tracciato: “L’Hungaroring è una Monaco permanente e una pista dove ho avuto buoni ricordi da quando ho raggiunto qui il podio nel 2006 – ha dichiarato – Non vedo l’ora di andarci quest’anno perché è un circuito dove la nostra macchina dovrebbe adattarsi abbastanza bene, siccome ci sono molte curve lente. È simile a Monaco, e siamo stati abbastanza competitivi lì, quindi sono pieno di speranze. L’asfalto evolve molto durante il weekend e la pista si velocizza, dunque è molto importante interpretare ciò. In Germania abbiamo avuto una buona performance e una buona gara, quindi non vediamo l’ora di arrivare in Ungheria perché dovremmo comportarci meglio”.

Karthikeyan, dal suo canto, prova a non guardare alla minacci portata da Clos: “Ho gareggiato solamente una volta in Ungheria, nel 2005, e ricordo di come sia un tracciato molto tecnico e impegnativo – ha evidenziato nel comunicato stampa – Sette anni sono passati da allora, quindi dovrò lavorare duramente e fare il più possibile nelle sessioni di libere per abituarmi al circuito. La vettura dovrebbe adattarsi bene e stiamo anche arrivando con delle buone sensazioni dopo il Gran Premio di Germania, dunque la cosa ideale sarebbe finire questo bel lavoro con un altro risultato positivo in Ungheria cosicché possiamo andare in vacanza sentendoci bene con noi stessi”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

L’HRT ha comunicato nella giornata di ieri che Dani Clos prenderà nuovamente il posto di Narain Karthikeyan durante le prime […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-240712-hrt.jpg La HRT fiduciosa per Budapest: “Pista abbastanza favorevole”