Nella nutrita schiera di personaggi più o meno noti che hanno condannato l’operato del sette volte campione del mondo Michael Schumacher a causa della manovra ostruzionistica compiuta ai danni dell’alfiere di casa Williams Rubens Barrichello nelle ultime fasi del Gran Premio d’Ungheria non compare il nome di Gerhard Berger, 210 Gran Premi disputati in F.1 tra il 1984 e il 1997 nelle file di ATS, Arrows, McLaren, Ferrari e Benetton, pronto a difendere il ‘Kaiser’ reo, secondo quanto riportato dal 50enne austriaco, di avere optato per una strategia difensiva molto comune tra i drivers della sua generazione.

Un tempo si guidava in modo più duro e brutale – ha spiegato Berger, uomo chiave della Toro Rosso all’epoca del trionfo in salsa monzese di Sebastian Vettel nel Gran Premio d’Italia edizione 2008 – ricordo che spingersi verso il muro a vicenda per tre volte nell’arco di un giro di gara rappresentava la norma. Nessuno si lamentava, perché faceva parte del gioco, e dubito che qualcuno si sarebbe sognato di protestare per il comportamento tenuto da Schumacher nel duello con Barrichello”.

Interpellato in merito alle possibili chances future del 41enne pluri-iridato, tornato all’attività agonistica con l’obiettivo di conquistare l’ottavo alloro mondiale al volante della Mercedes, Beger non nasconde di avere mutato i suoi convincimenti dopo la prima parte della stagione 2010: “Prima del via del campionato avrei detto che sì, Michael riuscirà a fregiarsi di un nuovo titolo. Ora però non sono più dello stesso avviso, visto che il suo compagno di squadra Nico Rosberg gli è costantemente davanti. Schumacher non ha dimenticato certi trucchi del mestiere e sta cercando di rispondere al giovane team-mate, eppure qualcosa non funziona. Rosberg ha dimostrato di essere più performante, e Michael deve imparare a convivere con questa inedita situazione”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Nella nutrita schiera di personaggi più o meno noti che hanno condannato l’operato del sette volte campione del mondo Michael […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/berger1.jpg L’ex pilota di Formula 1 Gerhard Berger liquida la manovra limite di Schumacher su Barrichello: “Ai nostri tempi era la norma”