Nonostante il Gran Premio d’Ungheria non gli abbia regalato grandi soddisfazioni, dopo il 4° posto finale condito da un testacoda quand’era in testa ed un drive-through per manovra pericolosa, Lewis Hamilton non perde la sua verve e rimane focalizzato sulla stagione attuale. Da combattente quale è, l’alfiere della McLaren non perde occasione per ribadire il suo intento di conquistare questo Titolo Mondiale.

L’inglese ha messo nuovamente in evidenza che i giochi non sono ancora definitivamente chiusi: “Sono 88 punti dietro al leader, ma non è un compito impossibile – ha riferito al Daily Star – È un peccato che non abbiamo subito un’altra corsa però non c’è nulla che potremmo fare su questo argomento. Ci sono ancora 200 punti da raccogliere ed entrerò in ogni corsa credendo di poterle vincere”.

La grinta di Hamilton è ben nota, dunque queste affermazioni non stupiscono gli appassionati: “Sarà un emozionante conto alla rovescia sino al Brasile e non vedo l’ora del prossimo GP gara in Belgio – ha poi aggiunto – Il nostro passo di gara ora è proprio quello che abbiamo mostrato nelle nostre vittorie, il mio in Germania con il giro più veloce e quello di Jenson (Button, ndr) in Ungheria. La vettura è sul pezzo grazie all’eccellente passo da qualifica di entrambi”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nonostante il Gran Premio d’Ungheria non gli abbia regalato grandi soddisfazioni, dopo il 4° posto finale condito da un testacoda […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-140811-hamilton.jpg Lewis Hamilton non molla: “Sono 88 punti dietro, ma non è impossibile”