Lewis Hamilton, dopo i due 3° posti raccolti nei primi due Gran Premi stagionali, è pronto per rituffarsi nella bagarre della Formula 1, per cercare di cogliere la prima vittoria stagionale e sfruttare quella che attualmente appare la vettura più veloce del lotto. L’alfiere della McLaren inoltre vuole riguadagnare quella fiducia persa nell’arco del 2011, anche a causa delle ottime performance fornite dal compagno di squadra Jenson Button.

Tuttavia l’inglese non ha dubbi ed ha un unico pensiero per Shanghai: “Andrò in Cina puntando alla vittoria, ma è altrettanto importante raccogliere buoni punti se, per qualsiasi ragione, un successo non sarà nelle nostre corde  – ha detto senza fronzoli – Ho alcuni vividi ricordi delle gare in Cina: talvolta buoni, altri meno! Ho vinto qui due volte; entrambe sono state trionfi dei quali vado fiero: nel 2008 è stata una gara molto importante, ed avevo proprio bisogno di un buon risultato per il Campionato: avevamo avuto un weekend praticamente perfetto con la pole position, il giro più veloce e la vittoria finale. Poi quella del 2011, venendo dal difficile fine settimana in Malesia, ho avuto una gran gara, continuando a spingere ogni giro e riuscendo a prendere la leadership proprio alla fine. Era stato un successo significativo perché aveva mostrato come potessimo essere un fattore in quel Mondiale”.

Comunque, come già accennato in precedenza, non sono sempre state rose e fiori per Hamilton in Cina: “Non nego di essere dispiaciuto di aver conseguito due pole position e non averle potuto convertire entrambe in vittorie, ma preferisco pensare che la fortuna solamente non sia stata dalla mia parte, e che penderà dalla mia parte prima o poi – ha ribadito in seguito – Inoltre lo scorso anno penso mi abbia insegnato il valore della consistenza: è inutile inseguire un grande risultato se non lo sostieni con un altro grande finale nel weekend successivo”.

Quindi Lewis appare quasi diverso rispetto al passato, più calmo e più filosofo: “Sto forse giocando con me stesso in modo gentile – ha infine messo in luce – Dopo tutto, nel 2007 non ho vinto una corsa sino al 6° appuntamento e sono stato a caccia per il Titolo nel corso di tutta l’annata. Non penso ancora che il reale si sia delineato, dunque è importante mettere alcuni buoni risultati in valigia finchè possiamo. Sarà molto interessante vedere come l’ordine si sia mescolato durante le ultime tre settimane: sarà un fine settimana da seguire”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton, dopo i due 3° posti raccolti nei primi due Gran Premi stagionali, è pronto per rituffarsi nella bagarre […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-050412-hamilton.jpg Lewis Hamilton non lascia dubbi: “Andrò in Cina per la vittoria”