Lewis Hamilton ha concluso in terza posizione la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Canada. L’anglo-caraibico della McLaren nelle ultime fasi cronometrate è dovuto rientrare ai box per farsi cambiare una gomma forata, probabilmente a causa di qualche detrito, ma ciò non ha intaccato il suo lavoro di sviluppo.

“Quella di oggi è stata una giornata davvero positiva – ha detto Lewis Hamilton -. Sono stati i detriti dell’incidente di Kobayashi e di D’Ambrosio, raccolti lungo il tracciato, che mi hanno creato la foratura alla gomma. Ho subito sentito che c’era qualcosa che non andava nella posteriore destra. Tuttavia abbiamo raccolto tanti dati importanti, anche se stiamo ancora cercando di capire come trovare il giusto equilibrio per la vettura:. So benissimo cosa voglio e per questo motivo abbiamo deciso con gli ingegneri di tirare fino a tardi per capire dove è possibile migliorare ulteriormente”.

Hamilton ha poi affermato che la McLaren in questione di velocità è molto vicina alla Red Bull: “Il nostro ritmo di gara è stupefacente. Continueremo a lavorare anche durante la qualifica per migliorare ogni aspetto della macchina. Il problema principale di questo circuito è che non hai spazio per sbagliare o commettere errori. Oggi qualcuno ne ha pagato le conseguenze a proprie spese, ma anche se stai dietro devi tenere sempre la concentrazione al massimo”.

Eleonora Ottonello


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton ha concluso in terza posizione la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Canada. L’anglo-caraibico della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/lewis_hamilton__canada_venerd_f1.jpg Lewis Hamilton: “La foratura? La causa sono i detriti degli incidenti”