Lewis Hamilton ha minimizzato le voci relative agli incontri con Christian Horner e in seguito con Stefano Domenicali, team principal di Red Bull e Ferrari, durante il fine settimana di Montreal.
 
Il contratto che lega il britannico alla McLaren scade proprio il prossimo anno e questo fatto ha alimentato non poco le fantasie dei giornalisti che lo vorrebbero in partenza dal team di Woking, soprattutto dopo la sfuriata che sembra avergli fatto Ron Dennis domenica scorsa dopo il contatto fratricida con Jenson Button.
 
Durante l’evento promozionale a Watkins Glen, in cui si è reso protagonista di uno scambio di vetture con Tony Stewart (protagonsita della Nascar), lo stesso Hamilton ha gettato acqua sul fuoco: “Conosco tutti i direttori e proprietari dei team di F1. Capita molto spesso che mi fermi a parlare con Domenicali, figurarsi con Horner che l’ho conosciuto quando dalla Formula 3 stavo per passare in GP2. Se devo contare tutte le persone con le quali ho parlato lo scorso week-end si rischia di perdere il conto”, ha affermato.
 
L’iridato 2008 sembra tutt’altro che intenzionato a cambiare scuderia e si autodefinisce più che entusiasta di correre in una scuderia che ha fatto la storia della Formula 1. “Perché dovrei andare via dalla McLaren? Mi hanno dato fiducia nel 2007, ho vinto il Mondiale 2008 e quest’anno siamo l’unico team che è riuscito a vincere una gara di Formula 1, escludendo la Red Bull”.

“Finché la macchina sarà affidabile e finché potrò lavorare per migliorarla non ci sarà alcun motivo di andarmene da quella che ritengo la mia famiglia”, ha concluso.

Eleonora Ottonello


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton ha minimizzato le voci relative agli incontri con Christian Horner e in seguito con Stefano Domenicali, team principal […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-150611-06.jpg Lewis Hamilton in rotta con la McLaren? Lui smentisce