In merito alle sue possibilità di riconfermarsi campione del mondo per il secondo anno consecutivo, Lewis Hamilton è stato chiaro: “Difendere il titolo? Ho smesso di pensarci da tempo…”.

 

Nonostante le difficoltà palesate dalla MP4-24, il pilota britannico della McLaren ostenta fiducia in vista del prossimo appuntamento previsto a Montecarlo: “Tutti i membri del team stanno lavorando alacremente per migliorare il rendimento della vettura. I risultati spero di vederli già dal prossimo Gran Premio”.

 

Hamilton ritiene che la monoposto progettata dalla scuderia di Woking non necessiti di uno stravolgimento radicale: “Personalmente ritengo si possano ottenere buoni riscontri senza bisogno di rifare interamente la vettura. Non tutti i parametri sono errati, si tratta semplicemente di compiere passi avanti nello sviluppo ad ogni livello”.

 

Il campione del mondo in carica non nasconde di aspettarsi un ragguardevole incremento nelle prestazioni grazie alle novità tecniche che verranno introdotte sulla MP4-24 a Montecarlo: “Confido nel nuovo pacchetto aerodinamico perché sostanzialmente ci manca il downforce. Sono consapevole che il team sta dando il massimo per uscire dal tunnel, del resto tutti noi lavoriamo duro per un obiettivo comune, e quando torneremo a vincere delle gare sapremo di essercelo meritato, visto l’impegno profuso dalla squadra”.

 

Il 24enne pilota originario di Stevenage si è ormai lasciato definitivamente alle spalle le polemiche che hanno investito la McLaren in seguito ai noti fatti del Gran Premio d’Australia: “Nel team si respira aria di solidarietà e ottimismo in questo momento, anche perché non è nostra intenzione arrenderci di fronte alle avversità. Non smetteremo di combattere ad ogni gara e terremo alte le nostre motivazioni”.

 

Ermanno Frassoni 


Stop&Go Communcation

In merito alle sue possibilità di riconfermarsi campione del mondo per il secondo anno consecutivo, Lewis Hamilton è stato chiaro: […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ha1.jpg Lewis Hamilton confida nelle capacità di reazione della McLaren in vista di Montecarlo