È inevitabile che chi parta dalla pole-position abbia come obiettivo la vittoria in gara. Ed è inevitabile quindi pensare che Lewis Hamilton non sia del tutto soddisfatto per il 3° posto conquistato a Melbourne, nel round di apertura della stagione di Formula 1.

“Non sono però giù di morale, perché ci sono ancora tanti Gran Premi davanti e tante opportunità per marcare punti”, ha voluto sincerare il pilota della McLaren, battuto dal compagno di squadra Jenson Button e, complice la safety-car, è stato beffato da Sebastian Vettel per la piazza d’onore.

“Oggi lui è stato impeccabile”, ha confessato l’iridato 2008. “Io ho un po’ sofferto, non era la mia giornata ideale. Ma ciò che conta è aver dimostrato che abbiamo una macchina davvero veloce, per il team è fantastico”.

“Non sono sicuro di cosa sia successo al via, ma ho perso terreno e poi ho patito il consumo delle gomme alla fine del primo stint. Nelle ultime fasi non sono stato in grado di riavvicinarmmi a Vettel, che era molto veloce in rettilineo. Così ho un po’ rallentato per avere aria pulita, ma è stato poi Mark (Webber, ndr) a mettermi sotto pressione”.

A Sepang, tra sette giorni, l’opportunità di ritrovare il gradino più alto del podio: “Devo soltanto riconcentrarmi e pensare alla prossima tappa. Nei campionati conta la consistenza, è ciò a cui guardo”.


Stop&Go Communcation

È inevitabile che chi parta dalla pole-position abbia come obiettivo la vittoria in gara. Ed è inevitabile quindi pensare che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-180312-08.jpg Lewis Hamilton commenta la 3° piazza: “Non sono abbattuto”