Nuovamente una prestazione opaca per Lewis Hamilton, sul podio solamente una volta nel corso delle ultime nove prove. Un calo di rendimento preoccupante, coincidente con un periodo caratterizzato dall’eccessivo nervosismo assieme alla forma palesata dal compagno di squadra Jenson Button. Anche in Giappone il risultato è stato negativo, con Button 1° ed Hamilton 5° di nuovo al centro delle polemiche.

Per l’inglese è difficile trovare le parole giuste: “Questa è stata una gira spiacevole per me, ma è stata una grande giornata per Jenson e l’intera squadra – ha messo in evidenza – Jenson oggi ha fatto un lavoro rimarchevole, ha meritato questa vittoria, sebbene non sia stata una delle mie belle corse. Rimarrò a testa alta e guarderò avanti alla prossima gara dove spero avremo un’altra chance. Chiaramente la nostra vettura ha il passo per vincere, però oggi non ho potuto competere, quindi andrò via e guarderò i dati per capire come possa tornare ad essere competitivo in Corea il prossimo weekend”.

Logicamente uno de passaggi chiave è stato il nuovo contatto con Felipe Massa: “In corsa non sapevo davvero cosa fosse successo con Felipe: gli specchietti della monoposto vibrano ad alta velocità, per cui non ho potuto vedere che mi stava affiancando – ha provato a giustificarsi – Voglio chiedere scusa per il contratto fra le nostre vetture, ma fortunatamente non è successo nulla ad entrambi. Non c’erano cattive intenzione verso Felipe; ho il massimo rispetto per lui, è un pilota fantastico ed oggi è stato estremamente veloce. Infine, grosse congratulazioni a Sebastian (Vettel, ndr) per la vittoria del Titolo. Tutti sapevano che stava per avvenire, ma questa stagione è stata senza errori. È un traguardo fantastico per lui”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nuovamente una prestazione opaca per Lewis Hamilton, sul podio solamente una volta nel corso delle ultime nove prove. Un calo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/f1-091011-hamilton.jpg Lewis Hamilton: “Chiedo scusa a Felipe per il contatto fra le vetture”