In Bahrain si è interrotta la serie di terzi posti che Lewis Hamilton era stato in grado di raccogliere sinora in questa stagione. Il britannico ha concluso 8° una corsa nella quale ha perso progressivamente terreno non per colpe sue: infatti in occasione di tutti e tre i pit-stop l’alfiere della McLaren ha perso secondi preziosi per le difficoltà dei meccanici a montare soprattutto la posteriore sinistra, a causa probabilmente di una pistola di fissaggio difettosa.

Hamilton fa fatica a nascondere l’amarezza davanti ai microfoni: “Ci sono buone giornate e cattive giornate negli sport motoristici – ha detto con filosofia – Immagino che questo sia stato uno di quei momenti no. Per diritto avremmo dovuto lottare nei primi quattro oggi, ma non è andata così alla fine. I ritardi nelle soste sono state una grossa parte di ciò, sicuramente. Per un pilota seduto in macchina, quello è sempre frustrante, perché stai solamente aspettando e non c’è nulla che tu possa fare per aiutare”.

L’esito negativo della corsa ha fatto pure perdere il primato di Lewis in classifica: “Abbiamo perso un po’ dello slancio per il Campionato del Mondo oggi ma, sul lato positivo, abbiamo ancora 4 punti iridati oggi, ed ogni punto che raccogli è di valore in una stagione così combattuta come quella attuale. Ora entreremo nella stagione europea, ed è chiaro che dobbiamo fare due cose: dobbiamo lavorare sul passo della nostra vettura e dobbiamo migliorare i nostri pit-stop”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

In Bahrain si è interrotta la serie di terzi posti che Lewis Hamilton era stato in grado di raccogliere sinora […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-230412-hamilton.jpg Lewis Hamilton 8° per colpa dei pit-stop: “Dobbiamo migliorare quell’aspetto”