Fernando Alonso ha concluso la penultima gara della stagione al sesto posto, con Kimi Raikkonen, compagno nella Scuderia Ferrari, alle sue spalle in settima posizione.

I due hanno intrattenuto il pubblico dando vita ad un duello che è durato alcuni giri, dopo che lo spagnolo aveva rimontato sul finlandese forte delle sue gomme più fresche. Kimi è comunque stato protagonista di una gara decisamente competitiva, che lo ha visto portare avanti una coraggiosa strategia a due stop, uno in meno di tutti gli altri protagonisti, Fernando incluso.

Il finlandese è dunque stato il pilota autore dello stinti più lungo:
ben 36 giri con gomme Medium dopo la sua seconda sosta. Sfortunatamente si era trattato di un pit stop lento, a causa di un problema al carrello anteriore che aveva rallentato la sostituzione della ruota anteriore destra facendogli perdere alcuni secondi preziosi.

A parte lo spettacolo fornito del duo della Scuderia Ferrari, in gara ci sono state diverse altre situazioni che l’hanno resa un bello spettacolo anche senza l’aiuto della pioggia, data per certa alla vigilia del Gran Premio e che invece si è tenuta alla larga dalla pista per tutto il weekend.

In testa al gruppo Nico Rosberg è stato autore di un fine settimana perfetto: è risultato infatti il più veloce in ogni sessione cronometrata e ha vinto la gara cedendo la prima posizione solo durante il valzer dei pit stop. Tutto ciò ha dato la garanzia che all’ultima corsa si vedrà una grande lotta per il titolo di campione del mondo, dal momento che solo 17 punti ora lo dividono dal compagno in Mercedes, Lewis Hamilton, oggi secondo nonostante un testacoda.

Tuttavia il momento in cui il pubblico ha gridato più forte oggi non è stato durante la gara, bensì quando Felipe Massa è salito sul podio dopo essere giunto terzo con la Williams. La gara del pilota di San Paolo non è stata tutta in discesa però, visto che il brasiliano ha prima dovuto scontare una penalità per eccesso di velocità in corsia box e poi è stato protagonista di un momento quasi comico, quando si è fermato nel box della McLaren anziché nel suo.

Nelle ultime fasi, dopo avere gestito alla grande le sue Pirelli Medium, Kimi Raikkonen, che era quarto, ha dovuto arrendersi ad un attacco temerario portatogli all’esterno della Descida do Lago da Jenson Button, quando mancavano dieci giri al termine. Nella battaglia il finlandese si è visto costretto a cedere la posizione anche alla Red Bull di Sebastian Vettel ritrovandosi con Alonso che sopraggiungeva alle spalle, preludio al duello tutto rosso per la sesta posizione di cui abbiamo detto sopra.

Ora si va ad Abu Dhabi, per l’ultima gara della stagione in cui saranno in palio il doppio dei punti. La priorità per la Scuderia in terra d’Asia sarà mantenere la quarta posizione nel campionato Costruttori davanti alla McLaren, attualmente dietro di 49 lunghezze. Teoricamente il team del Cavallino Rampante potrebbe addirittura ancora raggiungere la Williams al terzo posto, da cui la separano 44 punti, ma gli attuali valori in campo lasciano pensare che per ottenere un simile risultato dovrebbero materializzarsi situazioni davvero particolari.


Stop&Go Communcation

Fernando Alonso ha concluso la penultima gara della stagione al sesto posto, con Kimi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/11/1260x6006-630x300.jpg Le valutazioni in casa Ferrari al termine del GP del Brasile