I team principal di Mercedes e McLaren si sono schierati contro la nuova regola FIA che promuovono l’esordio dei giovani in Formula 1.

Per l’anno prossimo, infatti, le squadre – a quanto pare non tutte – hanno chiesto di aumentare a due ore la durata della prima sessione di prove libere al fine di dare spazio ai piloti alle prime armi.

“Non sono assolutamente d’accordo” ha commentato Ross Brawn. “Ai top teams non serve a nulla, preferiremmo non girare piuttosto che rischiare motore o macchina pur di far girare un giovane. Si tratta anche di adattare velocemente la monoposto a persone di dimensioni diverse, e questo non è semplice”.

Per Martin Whitmarsh, invece, è utile soltanto alle piccole squadre: “A noi lascia indifferente, useremmo quei minuti per fare prove di comparazione tentando di evitare di distruggere le vetture. Il discorso è diverso per le squadre più piccole; loro hanno l’opportunità di far salire in vettura drivers con la valigia, pronti a pagare pur di disputare quella mezz’ora.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

I team principal di Mercedes e McLaren si sono schierati contro la nuova regola FIA che promuovono l’esordio dei giovani […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/09/Per_1-1024x682.jpg Le squadre divise sui nuovi provvedimenti per i giovani