Il calendario del Mondiale 2012 proposto da Bernie Ecclestone non convince i team di Formula 1, ai quali è stato presentato durante il week-end di Budapest. Anzi, li preoccupa seriamente, tanto che la FOTA ha intenzione di chiedere alcuni correttivi.

A destare perplessità è soprattutto l’ultima porzione del campionato, quella extraeuropea, con la bellezza di 7 gare in sole dieci setimane e tre coppie di eventi (Giappone/Corea, Abu Dhabi/Bahrain e Stati Uniti/Brasile).

Eric Boullier, team principal Renault e vicepresidente della FOTA, ha dichiarato ad Autosport: “Abbiamo in programma di intervenire ancora sul calendario per esigenze logistiche, in modo da rendere le cose un po’ più semplici e meno costoso. Non siamo coinvolti in queste decisioni, ma non essendo tutto definito c’è ancora margine per discuterne e fare dei suggerimenti”.

Più tranquillo Martin Whitmarsh, boss della McLaren: “È un calendario tosto, ma finché non sarà completo non è il caso di lamentarsi”.


Stop&Go Communcation

Il calendario del Mondiale 2012 proposto da Bernie Ecclestone non convince i team di Formula 1, ai quali è stato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-010811-02.jpg Le squadre chiedono modifiche al calendario proposto da Ecclestone