A due settimane dall’evento pare difficile che il Gran Premio del Bahrain possa essere cancellato dal calendario del Mondiale 2012. Tuttavia le crescenti tensioni sociali all’interno del Paese lasciano tutto l’ambiente del Circus in allerta, con la possibilità che avvenga un dietrofront all’ultimo secondo qualora la situazione dovesse degenerare.

Comunque Zayed R Alzayani, Capo del Bahrain International Circuit, è convinto che ospitare il GP possa aiutare la popolazione nel suo processo di riforma: “È molto triste quel che è successo; ma non possiamo tornare indietro e cambiare la storia, dobbiamo imparare da ciò e guardare avanti – ha detto a BBC Radio 4Penso che il Gran Premio sia necessario per il Bahrain, perché abbiamo bisogno di nuovo di iniziare in pista. Il Paese ha sofferto. L’economia ha sofferto”.

Alzayani ha protestato contro le voci che affermano come il GP venga sfruttato dal governo per mostrare una finta condizione di normalità: “Non credo sia così, sono in disaccordo – ha aggiunto – La corsa non prenderà luogo per le autorità, la gara avrà luogo perché il Bahrain è stata la casa degli sport motoristici nel Medio Oriente. Abbiamo ospitato sette precedenti GP e la maggioranza delle presenze non proviene dalle autorità o dalla famiglia reale, sono fan della Formula 1 e degli sport motoristici in generale. Abbiamo un evento regionale, dunque diversi spettatori vengono dalle nazioni confinanti, e non sarebbe giusto privarli di questo appuntamento”.

Intanto la FIA ha attualmente confermato l’assenza di preoccupazioni: “La FIA sta costantemente monitorando e valutando la situazione nel Regno del Bahrain – ha puntualizzato un portavoce dell’organizzazione alla Reuters – Siamo in contatto giornaliero con le più alte autorità, le principali ambasciate europea e certamente con i promotori locali al BIC (Bahrain International Circuit, ndr) così come i promoter internazionali. La FIA è garante della sicurezza dell’evento ed ha fiducia, come fa in ogni altro stato, sulle autorità locali per assicurare la tranquillità. Sotto questo aspetto siamo stati ripetutamente cautelati dalle maggiori autorità in Bahrain che tutte le questioni di sicurezza sono sotto controllo”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

A due settimane dall’evento pare difficile che il Gran Premio del Bahrain possa essere cancellato dal calendario del Mondiale 2012. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-090412-bahrain.jpg Le autorità sperano che il GP del Bahrain possa aiutare la popolazione