L’assenza di Lewis Hamilton al processo che vedrà come imputato Adrian Sutil per aver aggredito Eric Lux, numero 2 di Genii Capital, durante una serata in occasione del Gran Premio della Cina dello scorso aprile, potrebbe far slittare la sentenza finale nei confronti del tedesco. Tuttavia l’inglese della McLaren è stato giustificato dallo stesso giudice per la sua assenza, nonostante la presenza per lunedì 30 gennaio fosse obbligatoria.

Infatti i giorni scorsi l’avvocato di Hamilton si è messo in contatto con il giudice, spiegandogli che il suo assistito sarebbe stato impossibilitato a presenziare a causa di impegni pubblicitari con la scuderia prima del lancio della nuova vettura: “Mediante il suo avvocato, il Signor Hamilton ha fornito una ragione sufficiente al giudice – ha spiegato una portavoce della corte – Il giudice lo ha giustificato in vista di lunedì”.

Il processo verrà condotto nei due giorni previsti, ovvero il 30 ed il 31 gennaio, con la probabile presenza a testimoniare anche di Jerome D’Ambrosio. Tuttavia proprio le tempistiche, con Lewis che sarà nel bel mezzo dei test invernali, potrebbero provocare ritardi nell’iter giudiziario: “Dopo i due giorni d’ascolto il giudice considererà se e quando il Signor Hamilton dovrà apparire al secondo appuntamento in aula – ha proseguito la portavoce – Il processo può essere interrotto per dieci giorni”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

L’assenza di Lewis Hamilton al processo che vedrà come imputato Adrian Sutil per aver aggredito Eric Lux, numero 2 di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/f1-260112-hamilton.jpg L’assenza di Hamilton potrebbe provocare ritardi nel processo a Sutil