Fumio Akita, co-owner della Super Aguri, ha voluto confermare che la squadra sarà regolarmente al via del Gran Premio d'Australia che scatterà il 16 marzo, nonostante le difficoltà finanziare che il team sta affrontando in questo periodo. La compagine giapponese ha rinunciato anche agli ultimi test di questa settimana a Barcellona per concentrarsi sulle trattative con potenziali investitori in grado di garantire la sopravvivenza della struttura.

"La cancellazione delle prove è avvenuta perchè alcuni ricambi non sono arrivati in tempo", dichiara Akita alla Reuters. "Siamo tradizionalmente sul filo di lana ad ogni inizio di campionato. E' stato così anche lo scorso anno, questa volta è la stessa storia. Ma a Melbourne ci saremo, non siamo preoccupanti".

Parlando invece dei possibili accordi con nuovi partner, Akita afferma: "Le discussioni sono in corso, ho già detto che ci sono tre potenziali alternative. Ovviamente dobbiamo scegliere quella che può garantire il miglior futuro al team". Akita non ha nemmeno escluso una vendita di tutte le quote dell'equipe di Leafield: "Potrebbe essere, ma ovviamente il massimo sarebbe avere chi investe senza stravolgere nulla, e permettendo assieme una crescita dei risultati".

"Se non ci fosse Aguri (Suzuki, ndr), probabilmente la fornitura di propulsori della Honda non ci sarebbe più. Se gli investitori arrivassero a dirci di poter portare, per esempio, i motori BMW, sarebbe un'altra storia. In ogni caso vendere il 100% della squadra non significa cambiarle per forza identità".


Stop&Go Communcation

Fumio Akita, co-owner della Super Aguri, ha voluto confermare che la squadra sarà regolarmente al via del Gran Premio d'Australia […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f129024.jpg La Super Aguri sar