Nonostante i diversi episodi sfortunati, il team McLaren è riuscito ad andare a punti con entrambi i piloti in Corea.

Jenson Button (8°) è stato costretto a cambiare l’ala nelle prime battute di gara a causa di un contatto, mentre il team-mate Sergio Perez (10°) ha visto scoppiare lo pneumatico anteriore sinistro in pieno rettilineo.

“Una corsa davvero difficile” ha commentato Button. “Già alla terza curva avevo l’ala danneggiata e credevo che la mia gara fosse finita lì, una volta ripartito ho fatto più giri del previsto con le Supersoft; durante la seconda sosta ho rischiato di investire i meccanici per il mal funzionamento della luce semaforica rossa. La macchina era buona e così sono riuscito a chiudere ottavo”.

“Ho avuto paura nel vedere uno pneumatico esplodere così” ha dichiarato Perez. “Il punto di frenata era lo stesso dei giri precedenti; ho semplicemente bloccato la gomma più del dovuto, questione di attimi. E’ inammissibile che le Pirelli non durino più di venti passaggi. Il duello con Felipe (Massa, ndr)? Gli stewards lo hanno definito regolare”.

Martin Whitmarsh ha lodato il proprio team: “In queste corse si vede la squadra. Abbiamo dimostrato di essere uniti e di non arrenderci davanti a nulla. Sono state sostituite due ali rotte ed una gomma forata, durante la corsa le strategie hanno subito modificazioni senza compromettere più di tanto l’esito del Gran Premio”.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Nonostante i diversi episodi sfortunati, il team McLaren è riuscito ad andare a punti con entrambi i piloti in Corea. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/JB_Kor_Race-1024x682.jpg La sfortuna non pregiudica la top10 McLaren