La Sauber ha fatto sapere di aver modificato il raggio di superficie dell’ala mobile posteriore, in modo da risultare regolare per le verifiche del prossimo GP. Dopo la squalifica di Melbourne, che ha visto Sergio Perez e Kamui Kobayashi perdere il settimo e l’ottavo posto ottenuti in gara, l’amministratore delegato del team elvetico Monisha Kaltenborn ha ammesso ad Autosport che l’imprecisione è derivata da un errore umano.

“Prima abbiamo dovuto capire cosa fosse successo e in che modo fosse accaduto” – ha dichiarato Monisha Kaltenborn – “ci siamo concentrati molto sul particolare in questione e siamo certi che ora rispetterà a pieno il regolamento. Purtroppo nella prima fase, presi dalla progettazione, ci è sfuggito qualcosa e l’errore ci è costato la squalifica a Melbourne”.

Kaltenborn ha inoltre precisato che il direttore tecnico James Key, da molti bollato ormai come “finito” in Sauber, non è assolutamente a rischio licenziamento, come si è letto sul web.

“Penso che questo sia un chiaro esempio di quanto internet possa essere pericoloso. Key ha ancora davanti a sé un lungo futuro in Sauber!”

Andrea Carrato


Stop&Go Communcation

La Sauber ha fatto sapere di aver modificato il raggio di superficie dell’ala mobile posteriore, in modo da risultare regolare […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Kamui_28_03.jpg La Sauber ha reso noto di aver modificato il profilo dell’ala posteriore