Sebastian Vettel terzo, Mark Webber sesto: al termine del Gran Premio d’Australia fa quasi notizia il bottino della Red Bull, che sembrava destinata a un altro monologo al vertice dopo i risultati di prove libere e qualifiche. La monoposto del team anglo-austriaco, in particolare per quanto riguarda lo sfruttamento delle gomme Pirelli, non è stata però all’altezza delle aspettative.

Il campione del mondo in carica è stato battuto da Kimi Raikkonen e Fernando Alonso, ma il piazzamento ottenuto lo soddisfa: “Credo che ci sia sempre un po’ delusione quando parti primo e non concludi primo, ma in generale per noi è stato un buon weekend”.

“Con pole-position e un podio la giornata si è rivelata positiva, ma in gara siamo stati un po’ troppo aggressivi con i pneumatici. Gli altri hanno fatto meglio”, ha spiegato candidamente il tedesco. “Ci sono sempre delle aree in cui si può crescere, il risultato è giusto. Kimi era troppo veloce e Fernando ci ha superato in un momento di debolezza: in ogni caso possiamo essere contenti”.

Maggiore disappunto invece per Webber, che alla vigilia del fine settimana puntava a cogliere il primo podio sul circuito di casa. L’australiano, complici anche alcuni intoppi (ad esempio con il KERS e la telemetria) e una partenza ancora una volto poco efficace, si è dovuto accontentare.

“In griglia abbiamo avuto qualche inconveniente nell’acquisire i dati della vettura, e non era l’ideale per preparare la corsa”, ha raccontato Webber. “Nella prima parte della gara abbiamo inoltre perso il KERS e con il primo set di gomme siamo stati poco conservativi. Non siamo stati in grado di lottare per il successo”.

“Inoltre abbiamo effettuato un pit-stop lento (per un problema con il dado di fissaggio, ndr) che mi ha fatto scivolare dietro Button. Nel finale abbiamo recuperato qualcosa, ma è stato un peccato non poter fare di più”.


Stop&Go Communcation

Al termine del Gran Premio d’Australia fa quasi notizia il bottino della Red Bull, che pareva pronta a dominare dopo i risultati di prove libere e qualifiche.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/f1-vettel-170313-03.jpg La Red Bull non domina, ma Vettel è contento del podio