Per il fornitore di gomme Pirelli il Gran Premio della Malesia di domenica 10 aprile rappresenterà forse l’appuntamento più complicato da affrontare nel corso dell’intera stagione. Le condizioni climatiche nel Paese asiatico saranno estreme a causa dell’elevata temperatura combinata all’umidità.

Tuttavia fra i responsabili dell’azienda italiana vige un certo ottimismo dopo le prestazioni positive offerte a Melbourne, con una media di due pit-stop per pilota durante la gara, a smentire le perplessità emerse nei test invernali che avevano evidenziato un rapido degrado delle coperture.

Paul Hembery, responsabile Pirelli del reparto corse, conosce le insidie in terra malese e teme che vi saranno maggiori soste ai box rispetto all’Australia: “La natura del circuito di Sepang e gli oltre 50° di temperatura dell’asfalto diverrà probabilmente la più aggressiva combinazione per le nostre gomme – ha riconosciuto alla stampa – Certamente la pioggia potrebbe cambiare la situazione, ma è lecito pensare che in circostanze normali il Gran Premio della Malesia vedrà una media di quattro pit-stop”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Per il fornitore di gomme Pirelli il Gran Premio della Malesia di domenica 10 aprile rappresenterà forse l’appuntamento più complicato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-010411-pirelli-malesia.jpg La Pirelli teme la Malesia: “Probabili 4 pit-stop”