Anche la Pirelli si prepara ad affrontare (da giovedì a domenica) le ultime quattro giornate di test invernali della Formula 1 sul circuito di Barcellona. Dopo le prove della scorsa settimana, sarà quindi possibile disporre di un buon punto di partenza su cui lavorare per ottimizzare la gestione dei pneumatici attraverso gli assetti e i carichi di benzina.

“I primi test a Barcellona sono stati afflitti da condizioni meteo sfavorevoli, a causa delle quali abbiamo riscontrato un degrado delle gomme superiore al solito. Questo perché le mescole non hanno potuto operare nell’intervallo previsto”, ha spiegato il direttore motorsport Paul Hembery.

“Questa volta speriamo di trovare una situazione maggiormente rappresentativa, che possa consentire ai team di raccogliere dati più rilevanti. Girare di nuovo a Barcellona offrirà loro una base già conosciuta”.

Hembery ha poi sottolineato: “Le coperture 2013 sono diverse dalle precedenti, sia in termini di mescola che di costruzione; di conseguenza il lavoro dei prossimi giorni sarà ancora più essenziale”.

“In questa fase è sempre difficile per squadre e piloti capire cosa aspettarsi esattamente dalla prima gara, visto che lo scenario non è sempre rappresentativo. In ogni caso ci aspettiamo un consumo gomme superiore al 2012, e stimiamo un decadimento tra gli 0,15 e gli 0,18 secondi al giro con la mescola hard a Barcellona”.


Stop&Go Communcation

Anche la Pirelli si prepara ad affrontare (da giovedì a domenica) le ultime quattro giornate di test invernali della Formula […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/f1-270213-01.jpg La Pirelli spera in condizioni più rappresentative per gli ultimi test invernali