È successo anche a Valencia: Adrian Sutil e Nick Heidfeld, entrati sabato in Q3, hanno deciso di non scendere in pista nell’ultimo segmento di qualifica per risparmiare un set di gomme nuove in vista della gara. E in altri week-end una scelta simile l’avevano presa anche altri colleghi.

Una tendenza evidentemente necessaria per le squadre, visto che i treni di pneumatici sono limitati a sei tra le giornate di sabato e domenica. Ne risente però lo spettacolo delle qualifiche, e la Pirelli vorrebbe quindi trovare qualche misura per invertire la rotta.

“Stiamo parlando con i team di questa ipotesi”, ha raccontanto nel paddock spagnolo Pal Hembery, responsabile sportivo della casa milanese. “Ho suggerito alla FOTA che, vista la situazione, si potrebbe fare in modo che in Q3 (e quindi nella prima parte del Gran Premio, ndr) debbano essere usate le stesse gomme montate in Q2. Non ci sarebbe così nessun vantaggio nel rinunciare a marcare un giro cronometrato”.

“Mi auguro che questa regola possa essere adottata, dal punto di vista sportivo sarebbe la più corretta”, ha sottolineato Hembery. “È meglio anche per i tifosi, altrimenti vedremo gente snobbare le qualifiche e considerarle solo una perdita di tempo”.

L’idea è già stata discussa dalla F1 Commission nel meeting della settimana scorsa, e adesso potrebbe passare ad una votazione ufficiale nella prossima riunione dello Sporting Working Group. Vediamo se sarà approvata.


Stop&Go Communcation

È successo anche a Valencia: Adrian Sutil e Nick Heidfeld, entrati sabato in Q3, hanno deciso di non scendere in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/f1-270611-02.jpg La Pirelli propone: stesse gomme tra Q2 e Q3 per evitare piloti fermi ai box