Gli ottimi risultati sinora ottenuti dal nuovo fornitore Pirelli sono sotto gli occhi di tutti dopo appena tre gare di campionato. Nonostante alcune perplessità suscitate nel corso dei test invernali, le gomme distribuite ai team non hanno fatto rimpiangere la Bridgestone ed inoltre hanno garantito quell’ulteriore dose di spettacolo richiesta proprio dal Circus stesso.

Tuttavia nessuno all’interno del gruppo italiano ha intenzione di sedersi sugli allori, come conferma Paul Hembery, direttore di Pirelli Motorsport: “Si andrà a variare gara dopo gara, circuito dopo circuito, a seconda del tipo di superficie che troveremo – ha aperto nella sua analisi – La prossima corsa a Istanbul è molto dura per gli pneumatici ed è probabilmente la peggiore per noi come fornitore di gomme. Dunque si dovrà ancora cambiare il tipo di strategia necessario in gara”.

Uno dei problemi maggiori che forse hanno afflitto le Pirelli ha riguardato la durata della mescola dura, praticamente identica alla morbida: “Stiamo valutando di compiere del lavoro sulla gomma dura per poter effettuare più giri – ha dichiarato poi Hembery – Ciò che abbiamo capito in queste poche corse è che stiamo mancando 3-4 giri in termini di durata, soprattutto sugli asfalti abrasivi. Quello che non vogliamo è che le scuderie non adottino le stesse strategie”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Gli ottimi risultati sinora ottenuti dal nuovo fornitore Pirelli sono sotto gli occhi di tutti dopo appena tre gare di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/formula-1f1-250411-pirelli-cina.jpg La Pirelli è pronta a lavorare sulla durata della mescola dura