Dopo aver ricevuto il nulla osta dalla McLaren (di cui è tornato collaudatore) e dalla FOTA, Pedro de la Rosa nello scorso week-end ha sostenuto le sue ultime tre giornate di prove private per la Pirelli.

Sul circuito di Istanbul, tuttavia, il non ha certamente aiutato il lavoro del pilota spagnolo e dei tecnici della casa italiana: “Non abbiamo trovato le condizioni che volevamo, visto che ha piovuto per due giorni su tre. Per noi era importante valutare il comportamento delle gomme alla Curva 8, la più impegnativa di tutto il calendario”.

Il 40enne catalano ha utilizzato una versione aggiornata dell’ormai “solita” Toyota TF109, adattata per generare un carico aerodinamico analogo a quello del 2010.

Arrivato a Sepang, per seguire il GP della Malesia, de la Rosa ha aggiunto: “Le vetture competitive nelle curve veloci in Australia saranno ancora più temibili qui, ma non si può mai sapere”.


Stop&Go Communcation

Dopo aver ricevuto il nulla osta dalla McLaren (di cui è tornato collaudatore) e dalla FOTA, Pedro de la Rosa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-060411-01.jpg La pioggia ha disturbato i test Pirelli a Istanbul con Pedro de la Rosa