Questa mattina Rubens Barrichello ha completato 12 giri del circuito di Valencia al volante della nuova RA108, nuova arrivata di casa Honda. Dopo la disastrosa stagione 2007, il costruttore giapponese cerca il riscatto con una vettura profondamente rinnovata. Benchè non utilizzi un'ala "a ponte", la monoposto è apparsa comunque evoluta rispetto allo scorso anno, specie nelle pance e nel cofano motore, mentre le ali sono di diretta derivazione da quelle sviluppate lo scorso anno. Essendo stati principalmente aerodinamici i motivi per cui la Honda era così difficile da guidare lo scorso anno, l'ingaggio di Bigois, Zander e soprattutto Ross Brawn è servito soprattutto a lavorare sulle pance laterali, vero e proprio tallone d'Achille della monoposto di Barrichello e Button. Secondo gli esperti, la vettura, che ha molto il sapore della BMW Sauber, ha la punta del musetto molto alta, e resta da vedere se e come monteranno l'ulteriore profilo apparso quest'anno su molte monoposto, il cosiddetto ponte, che effettivamente, come già detto, manca sulla monoposto giapponese.

Gran lavoro anche sulle sospensioni, il cui attacco alla monoscocca è stato totalmente modificato.

La macchina è apparsa in una livrea totalmente bianca, in attesa della presentazione ufficiale di martedì che avrà luogo a Brackley, sede del team Honda.

Nella foto, Rubens Barrichello al volante della RA108 a Valencia

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Questa mattina Rubens Barrichello ha completato 12 giri del circuito di Valencia al volante della nuova RA108, nuova arrivata di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/1201085740.jpg La nuova Honda in pista a Valencia: finalmente la macchina della svolta?