Il podio dell’Australia, conquistato da Lewis Hamilton, ha rinfrancato un ambiente McLaren che pareva frastornato dopo le difficoltà emerse nei test di febbraio. Inoltre la prestazione di Jenson Button, condizionato da una brutta partenza e dal drive through scontato per il sorpasso irregolare ai danni di Massa, ha sottolineato un potenziale di livello.

L’amministratore delegato della scuderia, Jonathan Neale, ha parlato a nome di tutto il gruppo delle possibili difficoltà di Sepang, citando l’edizione 2010: “Penso che la pioggia sia senza dubbio la maggiore insidia – ha esordito da subito – Se ricordate lo scorso anno, noi e la Ferrari ci siamo trovati in fondo allo schieramento, che è sempre molto scomodo per un tranquillo sabato sera”.

Le preoccupazioni ed i dubbi riguardano soprattutto il comportamento delle gomme Pirelli sul bagnato: “Sarà interessante vedere come le gomme Pirelli lavoreranno con l’acqua – ha sottolineato attentamente – Abbiamo girato in alcuni giorni di pioggia torrenziale a Barcellona, durante le prove invernali, ma non abbiamo ancora realmente utilizzato le intermedie. Tuttavia questo vale anche per gli avversari: dunque non importa quali condizioni ci saranno, saranno le stesse per chiunque”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Il podio dell’Australia, conquistato da Lewis Hamilton, ha rinfrancato un ambiente McLaren che pareva frastornato dopo le difficoltà emerse nei […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-05042011-mclaren-malesia.jpg La McLaren teme la pioggia per il weekend in Malesia