Per la prima volta da quando ha introdotto il rivoluzionario dispositivo in grado di far stallare l’ala posteriore assicurando un incremento di velocità in rettilineo, ovverosia dal Gran Premio del Bahrain disputato a Sakhir lo scorso 14 marzo, la McLaren ha lasciato intendere di non voler impiegare l’F-Duct in Italia nel round di scena sul circuito di Monza nel week-end del 10-12 settembre, complice una fuga di notizie dall’Inghilterra.

Le caratteristiche del tracciato brianzolo, infatti, non garantirebbero ai piloti Jenson Button e Lewis Hamilton alcun vantaggio tangibile, dal momento che la pista richiede un basso carico aerodinamico capace di annullare l’effetto della tecnologia F-Duct, peraltro già bandita dal regolamento sportivo della F.1 in chiave 2011.

Sebbene a Monza si registrino le più elevate velocità di punta dell’intera stagione, le esigenze di set-up delle vetture sconsigliano l’adozione del suddetto dispositivo, che ben difficilmente verrà utilizzato dalle scuderie rivali. Va evidenziato che la compagine di Woking aveva deciso a sorpresa di mantenere l’F-Duct sulle monoposto di Button e Hamilton anche nel Gran Premio di Monaco, stavolta però il congegno non troverà posto sulle due McLaren in occasione della tappa italiana del Mondiale F.1.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Per la prima volta da quando ha introdotto il rivoluzionario dispositivo in grado di far stallare l’ala posteriore assicurando un […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mclaren11.jpg La McLaren rinuncerà al congegno F-Duct nel Gran Premio d’Italia in programma a Monza il 12 settembre