Ferrari o Mercedes? La Marussia è vicina a decidere quale propulsore utilizzare nella prossima stagione, come anticipato dal direttore tecnico Pat Symonds.

La scuderia anglo-russa, oggi l’unica ancora legata alla Cosworth, si trova nella posizione di dover cercare un nuovo fornitore visto che la storica factory britannica non realizzerà una propria unità turbo da 1.6 litri per il 2014.

“La Renault ha messo in chiaro di avere già abbastanza clienti, mentre Ferrari e Mercedes sono state molto positive nei nostri confronti”, ha detto Symonds in una lunga intervista concessa a Sky Sports. “Il mio piano iniziale era di siglare un accordo per fine maggio, ma maggio del 2012… Siamo quindi indietro rispetto a dove vorremmo essere”.

Quest’anno la Marussia schiera il debuttante Jules Bianchi, alla prima esperienza da titolare. L’arrivo del francese, “prestato” dalla Ferrari, ha in effetti permesso di stringere i contatti con Maranello.

“Non ci ha affatto danneggiato, ci ha portato un po’ più vicini alla Ferrari”, ha confermato Symonds. “La Ferrari vuole più squadre clienti. Sarà tutto nuovo, ed è meglio avere più campioni del proprio prodotto per capire cosa funziona e cosa non va”.

Intanto, presto le risorse tecniche saranno concentrate sulla futura macchina. “Che piaccia o no dobbiamo terminare lo sviluppo della MR02 entro un paio di settimane”, ha ammesso l’ingegnere ex Benetton e Renault. “Non abbiamo abbastanza persone per rimanere indietro con il progetto, ci sono tante aree in cui bisognerà fare degli studi chiave”.

“Al momento direi che le ultime novità che introdurremo sulla monoposto attuale saranno più o meno per la gara di Silverstone. Le grandi scuderie andranno ancora avanti, ma si tratta di aerodinamica. Spero che avremo qualche asso nella manica da sfruttare poi per il 2014”.


Stop&Go Communcation

Ferrari o Mercedes? La Marussia è vicina a decidere quale propulsore utilizzare nella prossima stagione, come anticipato dal direttore tecnico Pat Symonds.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/f1-marussia-300413-02.jpg La Marussia pensa al 2014, vicino il nuovo motorista